VISITA 10 Giugno Giu 2015 1043 10 giugno 2015

Putin all'Expo incontra Renzi, poi il papa a Roma

Lo zar trova la sponda italiana sulle sanzioni. E vede l'amico Silvio. Foto.

  • ...

Expo di Milano blindata per la visita di Vladimir Putin.
Il presidente russo ha stretto la mano al premier Matteo Renzi, incontro a cui segue la trasferta a Roma, dove vedrà sia il presidente Sergio Mattarella sia papa Francesco. E, in serata, l'amico Silvio Berlusconi.
L'obiettivo è quello di uscire dall'isolamento internazionale in cui è finita la Russia dopo lo scoppio della crisi ucraina. Per Putin il tour in Italia diventa l'occasione per cercare una sponda sulle sanzioni occidentali in vigore contro Mosca, che a suo parere «sono dannose, vanno eliminate o modificate» anche perché «fanno perdere alle imprese italiane un miliardo di euro».
COOPERAZIONE BILATERALE. La Russia, alle prese con il crollo del rublo e del Pil, è anche interessata alla cooperazione bilaterale e a progetti industriali che si possono sviluppare nel quadro della situazione attuale. «L'Italia è un grande partner, cerchiamo di rispettare gli interessi di entrambi i Paesi», ha detto Putin al suo arrivo all'Expo.
PRESENTI ENI E ROSNEFT. Non a caso a Milano, insieme a Renzi, c'è l'ad di Eni Claudio Descalzi, ed è molto probabile che il top manager avrà un incontro col presidente russo, tanto più che in Italia verrà anche il potente capo del colosso petrolifero Rosneft, Igor Secin, così come il vice premier Igor Shuvalov, il ministro dell'Industria e del commercio Denis Manturov e il ministro dello Sviluppo economico Alexiei Uliukaiev.
RENZI: «AVANTI CON GLI ACCORDI DI MINSK 2». L'Italia, dal canto suo, punta ad 'anestetizzare' l'aspetto divisivo del dossier ucraino per limitarne l'impatto negativo sui rapporti bilaterali. «Bisogna portare avanti gli accordi di Minsk 2», ha detto Renzi. «Abbiamo necessità che la Russia sia in prima fila con Ue e Usa per affrontare le minacce globali».
DOSSIER UCRAINO NELL'INCONTRO COL PAPA. L'argomento sarà discusso anche nell'incontro col papa. Il portavoce di Putin ha detto che «se Francesco mostra interesse, non ho dubbi che il presidente sarà pronto a chiarire dettagliatamente la posizione della Russia nella crisi ucraina». A riguardo, gli Usa hanno esortato il Vaticano a «manifestare l'aumento della sua preoccupazione» per la situazione in Ucraina.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso