Grillo Casini 131128163433
PREVISIONI 11 Giugno Giu 2015 1637 11 giugno 2015

M5s, il reddito di cittadinanza costerebbe 15 miliardi

Stima diffusa dall'Istat: per il minimo garantito di Sel occorrerebbero 23,5 mld.

  • ...

Il leader del Movimento 5 stelle, Beppe Grillo.

Il «costo totale del sussidio» che deriverebbe dall'applicazione nel 2015 del reddito di cittadinanza, come delineato nel ddl del Movimento 5 stelle, sarebbe di 14,9 miliardi di euro.
La stima è del presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, in un'audizione.
La spesa sarebbe destinata a 2 milioni e 759 mila famiglie con un reddito inferiore alla linea di povertà.
PREVISIONI PIÙ BASSE. Le previsioni fatte dall'Istituto sono leggermente diverse, più basse, rispetto a quelle già fatte che si riferivano al 2012 (si ipotizzava un esborso di 15,5 miliardi) e che quindi non includevano l'effetto del bonus 80 euro.
La misura, infatti, ha spiegato l'Istat, «aumentando il reddito disponibile di una parte delle famiglie interessate dal provvedimento, riduce, la quota complessiva da erogare».
«NESSUNA DISPERSIONE». Secondo i risultati della simulazione inoltre «non vi è dispersione a favore dei non poveri». Sempre secondo l'Istat, «il beneficio medio è massimo, pari a circa 12 mila euro annui, per le 390 mila famiglie in condizioni di povertà più grave», mentre «si riduce a meno di di 200 euro per le 120 mila famiglie che hanno un reddito superiore all'80% della linea di povertà». L'Istat ha anche elaborato una simulazione sulla base del disegno di legge di Sel sul reddito minimo garantito: «Il costo totale della proposta esaminata è nel 2015 pari a circa 23,5 miliardi di euro, concentrati sulle famiglie più povere». Infatti, ha proseguito Alleva, «i non poveri e le famiglie con un reddito superiore all'80% della linea di povertà relativa non avrebbero alcun beneficio». In tutto, ha calcolato, le famiglie interessate sarebbero circa «1 milione 960 mila».

Correlati

Potresti esserti perso