Grillo Salvini 141015122045
MANOVRE 19 Giugno Giu 2015 1115 19 giugno 2015

Lega-M5s, per Bisignani l'intesa è vicina

L'intermediario rivela l'alleanza segreta. Accordo su immigrazione, euro e fisco. Il parere di Borghi.

  • ...

Il leader del M5s Beppe Grillo e il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini.

Lega-Movimento 5 stelle, un'unione possibile. Anzi, a leggere l'articolo scritto da Luigi Bisignani su Il Tempo, i contatti sarebbero avviati e già a buon punto.
Per l'intermediario da sempre molto ben informato sui fatti della politica italiana, i parlamentari dei due schieramenti si sarebbero già incontrati e ci sarebbe intesa su più punti di programma. Immigrazione, euro, anticasta, Equitalia.
SALVINI E GRILLO NON SI SONO VISTI. Su queste basi Matteo Salvini e Beppe Grillo (che non si sono ancora incontrati) possono trovarsi d'accordo, e allora perché non allearsi (leggi l'intervista al leghista Borghi).
Insieme si può vincere, lo dimostrerebbero anche i sondaggi riservati commissionati a Nicola Piepoli.
A dimostrazione della sua tesi, Bisignani porta l'esperienza recente di Laives, comune in provincia di Bolzano, dove il M5s ha deciso di sostenere il sindaco leghista Christian Bianchi, con la benedizione dei vertici nazionali.
BERLUSCONI SI AGGRAPPA A RENZI. «Giulio Andreotti mi diceva sempre che per capire ciò che poteva accadere in Italia bisognava sempre tener d'occhio la Sicilia e l'Alto Adige», ha scritto Bisignani, proseguendo, «'A pensar male si fa peccato ma spesso si indovina...' commenterebbe oggi il Divo».
E Berlusconi? Per Bisignani non è stato nemmeno preso in considerazione come interlocutore, ed è troppo impegnato con le beghe interne al suo partito e con le sue aziende. Il Cav, ormai, si aggrappa a Renzi, pronto a sostenerlo con i suoi voti in cambio di un ingresso nel governo.

Correlati

Potresti esserti perso