STATI UNITI 26 Giugno Giu 2015 1809 26 giugno 2015

Nozze gay, come sono mutati gli Usa dal 2001

L'evoluzione dell'opinione statunitese dal 2001 a oggi: il 57% delle persona era contro i matrimoni omosex, il 35% a favore. Oggi le percentuali sono rovesciate.

  • ...

Il matrimonio omosessuale è diventato un diritto in tutti gli Stati Uniti. La Corte Suprema, con la sentenza del 26 giugno, ha dichiarato incostituzionali le leggi dei singoli Stati che vietano le unioni gay. Eppure, appena 15 anni fa, la maggioranza degli americani diceva no alle nozze tra persone dello stesso sesso.
Scorrendo i sondaggi del think tank Pew Research si scopre come è cambiato il sentimento degli Stati Uniti in materia. Se nel 2001 il 57% degli americani era contro il matrimonio gay e il 35% a favore, oggi le percentuali sono quasi inverite: a favore è il 57%, contro il 39%.

Percentuale di americani a favore o contro il matrimonio gay (2001-2015)

I dati Pew Research mostrano, come è facile immaginare, una maggiore propensione delle generazioni puù giovani nei confronti dei same sex marriages (il 75% dei millenians, la generazione nata dopo il 1981, è a favore delle nozze gay, ma mettono anche in luce come le generazioni più anziane, ossia i i nati nel periodo tra il 1928 e il 1945 (silent generation), si siano progressivamente aperte in materia, passando dal 21% al 39%.

Apertura nei confronti dei matrimoni gay per generazione (2001-2015).

La religione è strettamente collegata alle opinioni in materia di matrimonio omosessuale. Tra chi non si considera religioso, la percentuale dei pro unioni gay è passata dal 60 all'85%. I credenti più refrattari sono invece i bianchi evangelici anche se appaiono comunque più aperti oggi (27%) che nel 2001 (13%).

Percentuale di chi è a favore del matrimonio gay per religione (2001-2015).

In politica la frattura è rimasta decisamente più marcata. I democratici a favore delle unioni omosessuli continuano a doppiare i repubblicani: nel 2001 43% contro 21%, nel 2015 65% contro 34%.

Apertura ai same sex marriages dei repubblicani e dei democratici (2001-2015).

Ampio il divario tra liberali e conservatori: il 79% dei primi è a favore, mentre solo il 30% dei secondi lo è.

Propensione per ideologia politica (2001-2015).

Mentre nel 2001 non c'erano particolari differenze nell'apertura alle nozze gay tra bianchi e neri (non ispanici), oggi il 59% dei primi è a favore mentre lo è solo il 41% dei secondi.

  • Propensione dei bianchi e dei neri (2001-2015).

Le donne mostrano di essere leggermente più aperte degli uomini: 60% le prime (38% nel 2001), 53% i secondi (15 anni fa erano al 32%).

Differenze tra uomini e donne (2001-2015).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso