Europa Summit 150424103618
IMMIGRAZIONE 26 Giugno Giu 2015 0725 26 giugno 2015

Ue, accordo su 40mila migranti

Ue, ridistribuiti in due anni 40mila migranti. Poi altri 20mila. Liti furiose tra Est e Ovest.

  • ...

In primo piano il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker: alle sue spalle il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Muro Est contro Ovest, liti furiose, il presidente della Commissione Ue contro quello del Consiglio: la notte del vertice Ue sui migranti è stata lunga. L'Europa dell'Est ha provato a erigere un muro per dire no alla ripartizione dei 40mila migranti sbarcati in Grecia e Italia e altri 20mila rifugiati già presenti nei campi dell'Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) sul territorio africano. Ma alla fine Italia, Germania, Francia - Matteo Renzi, François Hollande, Angela Merkel - sono riusciti a portare a casa un sì risicato.
SCONTRO CON L'EST. Sono Polonia, Lettonia, Repubblica Ceca e Slovacchia soprattutto a voler chiudere le porte. E si arriva anche allo scontro diretto tra il lussemburghese presidente della commissione Ue Juncker e il polacco a capo del Consiglio Ue Donald Tusk, che abbandonando la neutralità si è schierato con il fronte orientale. Né del resto più concilianti sono state le parole di Renzi durante la serata: «O la solidarietà c'è o stiamo perdendo tempo». E ancora: «Se questa è la vostra idea di Europa, tenetevela». E tutto questo per una soluzione che era già di compromesso.
DECISIONE PER CONSENSO. Dopo scontri e liti, la quadra è stata trovata alle due e mezzo del mattino.
Fuori Ungheria e Bulgaria e anche Gran Bretagna, Irlanda e Danimarca che aderiscono all'accordo di Schengen solo parzialmente. Il 9 luglio nel prossimo vertice dei ministri dell'Interno, i rappresentanti dei Paesi Ue daranno il via libera a maggioranza qualificata alla ripartizione dei migranti in modo da superae il niet della minoranza, ma l'ultima parola spetterà di nuovo a Commissione e Consiglio Ue e le quote dovranno essere adottate per consenso (quindi con accordo che integri le diverse posizioni presenti). Insomma, migranti ripartiti sì, e non su base volontaria, ma non si ancora bene come.


Correlati

Potresti esserti perso