Manifestazione Favore Matrimoni 150609181226
STATI UNITI 26 Giugno Giu 2015 1621 26 giugno 2015

Usa, il matrimonio gay è un diritto per tutti

La Corte suprema: illegali i divieti dei singoli stati, nozze omo libere ovunque.

  • ...

Una manifestazione a favore dei matrimoni gay.

Sposarsi è un diritto garantito dalla Costituzione americana anche per le coppie omosessuali. Sentenza storica negli Stati Uniti d'America per i diritti delle coppie omosessuali. Con la pronuncia del 26 giugno, la Corte Suprema Usa ha stabilito che le leggi dei singoli stati che vietano il matrimonio gay sono incostituzionali.
Fino ad oggi, già 36 stati americani e nel District of Columbia, oltre al governo federale, avevano legalizzato le nozze tra omosessuali, ma in altri 14 i matrimoni gay erano espressamente vietati. La decisione della suprema corte li rende di fatto legali in tutti gli stati.


Ad appellarsi alla Corte e fare causa contro la discriminazione sono state alcune coppie di Kentucky, Michigan, Ohio e Tennesse. Grazie a 5 giudici favorevoli e 4 contrari la Corte ha riconosciuto il loro diritto. Decisivo il voto di Anthony Kennedy, un conservatore nominato dai repubblicani, che ha deciso di fare una scelta in comune con i colleghi liberali.
OBAMA ESULTA. Una decisione subito commentata con entusiasmo dal presidente Usa, Barack Obama, che ha tenuto un discorso per congratularsi con gli attivisti «e con gli americani tutti».
Quello di «oggi è un grande passo nella nostra marcia verso l'uguaglianza», ha scritto su Twitter Obama, usando l'hashtag #lovewins, (l'amore vince, ndr) «le coppie gay e lesbiche ora hanno il diritto di sposarsi, proprio come chiunque altra persona».
A commentare la notizia con un tweet sono stati anche altri politici americani, a partire dalla candidata alla Casa Bianca, Hillary Clinton, e da un altro candidato democratico, Martin O'Malley, ex governatore del Maryland.


Correlati

Potresti esserti perso