Emiliano 130424181643
POLITICA 29 Giugno Giu 2015 2006 29 giugno 2015

Emiliano ci prova, ma il M5s lo snobba

I grillini saltano l'incontro: «C'è tempo per parlare». Il governatore della Puglia: «Sono novizi». 

  • ...

Michele Emiliano.

Il neogovernatore della Puglia, Michele Emiliano, ha dovuto incassare il 'no' dei sette consiglieri M5s appena eletti. I grillini, invitati ad aprire la prima giornata di consultazioni con le forze politiche di opposizione, non si sono presentati all'appuntamento. «Serie difficoltà», hanno scritto i pentastellati in una nota diffusa poco prima dell'incontro, «ci impediscono di partecipare». E per questo, come già chiesto in precedenza, i grillini hanno invitato il presidente della Regione a rinviare il confronto di un giorno.
Emiliano, però, ha respinto la proposta: «No - ha detto - io ho un calendario prefissato». E poi, sferzando i Cinquestelle alla loro prima esperienza in Consiglio, ha aggiunto: «Credo che il 'noviziato' possa portare a non capire esattamente il valore di alcuni momenti istituzionali».
APERTURE DI EMILIANO A LARICCHIA. Per Emiliano, infatti, si sarebbero potute tracciare le «linee guida del disegno di legge sul reddito di cittadinanza», un punto in comune tra il centrosinistra e il movimento di Grillo. I Cinquestelle, invece, ritengono sia stato Emiliano a «non dimostrarsi disponibile», e che, comunque, «ci siano cinque anni per parlare». Le aperture di Emiliano ai grillini sono arrivate sin dalla notte delle elezioni. Alla sua rivale candidata presidente, Antonella Laricchia (risultata seconda), Emiliano aveva proposto l'assessorato all'Ambiente. E poi, per garantire la parità di genere in giunta, aveva offerto un posto a tutte le quattro pentastellate elette. Le richieste, però, sono state tutte respinte al mittente.

Correlati

Potresti esserti perso