Ruby Ter, pm Milano chiudono indagini
CASO 30 Giugno Giu 2015 1303 30 giugno 2015

Ruby Ter, indagini chiuse: da Berlusconi 10 milioni per il silenzio

Il Cavaliere individuato dalla procura come il «corruttore». I legali Ghedini e Longo verso l'archiviazione.

  • ...

Silvio Berlusconi avrebbe corrotto le olgettine, con versamenti di denaro e regali, in cambio del loro 'silenzio' sulle feste ad Arcore «fino a ieri».
È quanto si legge nell'avviso di conclusione delle indagini notificata dalla procura di Milano, secondo cui le ospiti delle serate avrebbero accettato la «promessa corruttiva» dal «23/11/2011 alla data odierna». La procura ha chiuso l'indagine Ruby Ter, in vista della richiesta di processo, a carico di Berlusconi, della giovane marocchina e di altre ragazze e dell'avvocato Luca Giuliante, accusati a vario titolo di corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza.

Record di presenze ad Arcore per le gemelle De Vivo: 57 serate.


Le olgettine, nell'arco di tempo tra il 2012 e il 2014, hanno frequentato Arcore, chi più, chi meno, decine di volte. Tra le ragazze indagate per corruzione in atti giudiziari ci sono, tra le altre, Iris Berardi, Lisney Barizonte, Francesca Cipriani D'Altorio, Roberta Bonasia, le gemelle De Vivo, Barbara Faggioli, le gemelle Ferrera, Marysthell Polanco, Barbara Guerra, Alessandra Sorcinelli, oltre che Ruby e l'avvocato Luca Giuliante.

Al secondo posto Barbara Guerra, che tra il 2012 e il 2014 è stata ad Arcore 47 volte.

L'avviso di conclusione delle indagini è stato notificato la mattina del 30 giugno non solo al Cavaliere, ma anche ad altre 33 persone indagate, nell'ambito dell'inchiesta svolta dalla sezione di polizia di Stato in quota alla polizia giudiziaria della procura, e coordinata dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Tiziano Siciliano e Luca Gaglio.

Aris Espinosa, 43 presenze tra giugno 2012 e luglio 2013.

Non solo olgettine: tra gli indagati per corruzione in atti giudiziari, risulta esserci anche Mariano Apicella il quale avrebbe ricevuto dall'ex premier «beni o altre utilità consistite in somme di denaro non inferiori a 98.600,00 euro pagate con bonifici». Berlusconi, individuato come il «corruttore», avrebbe versato alle ragazze, in cambio del loro silenzio sulle serate ad Arcore, oltre 10 milioni di euro e altre utilità come case, spese mediche e doni «di elevato valore economico».

Per Barbara Faggioli 24 presenze. 

Per la procura l'ex premier avrebbe corrotto Ruby con circa sette milioni di euro, tra contanti e soldi usati dalla ragazza per aprire attività all'estero, come un ristorante in Messico.
La posizione degli storici legali del Cavaliere invece, Niccolò Ghedini e Piero Longo, che risultavano indagati per corruzione in atti giudiziari nel fascicolo 'Ruby ter', è stata stralciata dai pm in vista dell'archiviazione. I loro nomi come quelli di altre persone non compaiono nell'avviso di chiusura indagini.

Maristhell Polanco, 13 volte ad Arcore fino al 2013.

Correlati

Potresti esserti perso