Tsipras 140207192844
DEFEZIONI 2 Luglio Lug 2015 1320 02 luglio 2015

I Greci Indipendenti ci ripensano e chiedono di votare Sì

La destra indipendente fa marcia indietro: il controllo dei capitali non era nei patti.

  • ...

Alexis Tsipras, leader di Syriza.

Tre deputati del partito di destra Greci Indipendenti, soci di minoranza nella coalizione del primo ministro Alexis Tsipras, hanno cambiato idea. Il 2 luglio, Vassilis Kokkalis, Costas Damavolitis e Dimitris Kammenos hanno detto che sosterranno il Sì al referendum indetto dal governo domenica 5 luglio. A riportare la notizia è il quotidiano ellenico Kathimerini.
NO AL CONTROLLO DEI CAPITALI. «Sabato scorso, quando ho votato a favore del referendum avevo avuto rassicurazioni sul fatto che non ci sarebbe stato alcun controllo sui capitali», dice Kokkalis, aggiungendo di non aver mai dato un mandato per la chiusura delle banche.
Il deputato Damavolitis ha sottolineato che la scelta doveva essere tra il mantenimento dell'euro o il ritorno alla dracma.
In una dichiarazione scritta rilasciata il giovedi mattina, Dimitris Kammenos ha quindi chiesto il ritiro del referendum e che il governo greco torni al tavolo dei negoziati con le istituzioni europee.
SYRIZA INVITA A NON AVER PAURA. Sono i primi segnali di una tensione sempre più forte all'interno della coalizione. «Se domenica sarà la paura ad andare alle urne al nostro posto, avremo perso una parte di noi stessi. Non permetteremo che prevalgano la paura ed il ricatto», è l'appello lanciato dalla europarlamentare di Syriza Konstadinka Kuneva con un filmato postato su YouTube.
Kuneva, colf e sindacalista greca di origine bulgare, nel 2008 a causa delle sua attività in difesa dei lavoratori domestici ha subito un attacco con l'acido che le ha sfregiato il volto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso