Pisapia Milano 150717182259
NOMINA 17 Luglio Lug 2015 1758 17 luglio 2015

Pisapia sceglie Francesca Balzani vice sindaco di Milano

Autorevole. Conciliante. Esperta di bilancio. Con un passato a Genova. Chi è la nuova n.2 di Palazzo Marino del post-De Cesaris.

  • ...

Francesca Balzani, vice sindaco di Milano.

È Francesca Balzani, l'assessore al Bilancio del Comune di Milano, il nuovo vice sindaco della città meneghina dopo il polemico addio di Ada Lucia De Cesaris, che ha rassegnato le dimissioni «per il venir meno del rapporto di fiducia con una parte della maggioranza in Consiglio comunale».
PERSONA CHE UNISCE. Per il primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, «è la persona che ha più autorevolezza ed è amata da tutti i consiglieri comunali e della giunta».
Una persona che unisce. «E in questo momento, in cui lo strappo con il vice sindaco De Cesaris è stato doloroso, era importante dare un segnale di unità e anche di capacità di andare avanti».
A sottolineare il ritorno del sereno in Comune le parole del nuovo vice sindaco: «In questi giorni ricorre la parola squadra, gruppo. Io preferisco il termine sintonia».
UNA CARRIERA TRA GENOVA E MILANO. Ma chi è Francesca Balzani? Nata a Genova, 48 anni, ha un passato da avvocato e in questa veste si è occupata di enti locali e di non profit fino al 2007, anno in cui, su invito del sindaco di Genova Marta Vincenzi, diventò assessore al Bilancio del capoluogo ligure.
Tra i suoi maggiori impegni quello di ridurre il debito pubblico e la presenza di derivati nei bilanci dell’amministrazione comunale.
Chiara la posizione della Balzani sul tema: «Sono dell’avviso che tali prodotti siano poco adatti ai bilanci degli enti pubblici».
Non è stata comunque la prima volta che Francesca Balzani ha avuto modo di conoscere la realtà genovese: in precedenza ha ricoperto il ruolo di consigliere di indirizzo della Fondazione Cassa di risparmio di Genova e Imperia e di presidente della società Opere sociali.
EUROPARLAMENTARE DAL 2009 AL 2013. Eletta al parlamento europeo nel 2009 nel collegio Nord Ovest per il Partito democratico, ha fatto parte delle commissioni Bilancio, Controllo del bilancio e Commercio internazionale nonché della Commissione trasporti.
Da luglio 2010 a giugno 2011 ha fatto parte della commissione Prospettive finanziarie, che ha definito il quadro finanziario pluriennale europeo 2014-2020.
A gennaio 2011 la nomina a relatore generale al bilancio europeo 2012.
Nel 2012 è stata la responsabile del negoziato per lo stanziamento dei fondi per aiutare la ricostruzione nelle aree della Liguria e della Toscana devastate dall’alluvione.
Nello stesso anno ha partecipato al negoziato per sbloccare i finanziamenti per il terremoto in Emilia-Romagna.
NEL 2013 L'ARRIVO AL COMUNE DI MILANO. A marzo 2013 l'ingresso a Palazzo Marino come assessore al Bilancio, dove ha avuto la pesante incombenza di occuparsi del disavanzo di quasi 500 milioni di euro e di nuovo del tema derivati.
A inizio 2015 la nomina a presidente della commissione finanza locale dell'Anci nazionale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso