Azzollini, da Aula Senato no ad arresto
PARLAMENTO 29 Luglio Lug 2015 1215 29 luglio 2015

Azzollini: il Senato vota no all'arresto del senatore Ncd

Scrutinio segreto. Palazzo Madama respinge la richiesta dei pm di Trani.

  • ...

Il Senato ha respinto la richiesta di arresto per il senatore di Ncd Antonio Azzollini, presidente della commisisne Bilancio di palazzo Madama, per il quale la procura di Trani aveva chiesto i domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sul crac della casa di cura Divina Provvidenza. Le accuse a suo carico sono di associazione per delinquere, induzione indebita a dare e concorso in bancarotta fraudolenta.
A inizio luglio la giunta per le immunità, con parere favorevole anche dei senatori Pd, aveva dato il via libera all'arresto, ma il 29 luglio l'Aula ha respinto la richiesta con 189 no, 96 si e 17 astenuti. Il 28 luglio il capogruppo democratico Luigi Zanda aveva inviato una lettera ai parlamentari lasciando loro libertà di coscienza sul voto.
LA DIFESA DI AZZOLLINI. Prima dello scrutinio, Azzollini si era difeso per quasi mezz'ora di fronte ai colleghi affermando che nei suoi confronti c'è solo «fumus persecutionis integrato a sufficienza», riportando date e fatti per dimostrare come quelle dei magistrati pugliesi siano «ricostruzioni difficili da poter ritenere anche solo logiche».
RICCHIUTI, PD: PERCHE' IN GIUNTA ABBIAMO DETTO SI E ORA NO? Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha spiegato si è proceduto con voto segreto perchè un gruppo di senatori l'aveva chiesto. La senatrice democratica, Lorenza Ricchiuti, è stata tra i pochi del Pd a intervenire in Aula durante il dibattito. «Non c'è nulla nelle carte che faccia pensare che i magistrati siano in malafede o che non abbiano rispettato la legge», ha detto. «Che cosa è successo da quando in Giunta il nostro gruppo, che aveva letto le carte, ha votato a favore degli arresti domiciliari ad oggi? Cosa è cambiato?». E ancora: «Perché abbiamo votato sì agli arresti di altri colleghi come ad esempio Lusi, che giustamente abbiamo consegnato alle patrie galere, e per Azzollini si dovrebbe dire no?».

Correlati

Potresti esserti perso