Gomez Luca 150807204756
SCIVOLONI 7 Agosto Ago 2015 2044 07 agosto 2015

Direzione Pd, De Luca offende Gomez

De Luca all'attacco. Renzi cerca di difenderlo. E il giornalista risponde.

  • ...

Peter Gomez e Vincenzo De Luca.

Un «giornalista dal nome equivoco e improbabile, tedesco più o meno, un superfluo, un consumatore abusivo di ossigeno, un danno ecologico permanente».
Così, suscitando le risate (sic!) della platea, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della Direzione Pd, si è soffermato su Peter Gomez, direttore de Il Fattoquotidiano.it riferendosi a un dibattito televisivo andando in onda nei giorni scorsi su La7, in cui era presente anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando.
GOMEZ? PER DE LUCA È UN SOMARO. Giornalista che, ha spiegato De Luca, «si avventura in questa considerazione: voi se in Campania aveste rinunciato a Cosentino forse perdevate». «Somaro! Su cinque province, ne ho persa una sola p ed è la provincia di Cosentino», ha sbottato il governatore, aggiungendo: «Basta leggere i programmi e l'unico programma che ha come primo punto la lotta ai poteri criminali è il mio e basta vedere che abbiamo bloccato tutte le gare in corso mandando tutto all'Autorità anticorruzione, ma questo, come dire è folclore».
LA DIFESA DI RENZI. Ma l'intervento di De Luca non passa inosservato. E nella sua replica è il premier Matteo Renzi a tornarci su. «Dico ovviamente che quella di Enzo su un giornalista dal nome tedesco era chiaramente una battuta, non vorrei si dicesse che il Pd vuole togliere l'ossigeno ai giornalisti. Noi siamo per la difesa dei giornalisti e del loro ossigeno», sottolinea Renzi.
Sull'intervento del governatore campano arriva tuttavia la replica anche del diretto interessato, Gomez.
GOMEZ REPLICA. «De Luca lo conoscevamo già. Quando non può attaccare il ragionamento attacca, insulta e minaccia il ragionatore. Spiace dover constatare, dalle reazioni in sala, sotto gli occhi del premier Matteo Renzi, che del partito degli eredi di Pio La Torre resta poco o niente. In politica selezionare portatori di voti e compagnie è essenziale. E i cosentiniani, politicamente parlando e non solo, sono delle cattive compagnie», ha tagliato corto il direttore.
SVIMEZ O ISVEIMER? Ma non è stata l'unica uscita del governatore sceriffo. Commentando la crisi del Sud ha detto: «Il rapporto Svimez o Isveimer... adesso non vorrei fare confusione.... ci ripropone una situazione drammatica». Peccato che l'Isveimer, Istituto per lo Sviluppo economico per l'Italia meridionale, sia stato creato nel 1938 e sia stato liquidato nel 1996.

Correlati

Potresti esserti perso