Villa Certosa Combo 150807160134
RIFUGIO DORATO 7 Agosto Ago 2015 1157 07 agosto 2015

Villa Certosa, amarcord Berlusconiano

Putin, i topless e i festini vip: le estati nella reggia in Costa Smeralda. Che ora il Cav vuol vendere per 500 milioni a un principe saudita.

  • ...

Vendesi immobile di pregio a Porto Rotondo, in Costa Smeralda, con 68 vani vista mare, terreno annesso di 89 ettari. Prezzo: 500 milioni trattabili. Astenersi perditempo.
Scioccati dal costo? Beh qua si parla della mitologica Villa Certosa.
Silvio Berlusconi si sarebbe infatti deciso a (ri)mettere in vendita la residenza estiva più famosa d'Italia.
PISCINE, AGRUMETO E VULCANO ARTIFICIALE. Quella col vulcano artificiale, i laghi, le sei piscine (una con acqua di mare e talassoterapia), l'agrumeto, l'anfiteatro e la collezione messicana di cactus. Persino la grotta artificiale stile James Bond. Insomma un concentrato di cafonal-grandeur da far impallidire la reggia di Versailles.
Roba per estimatori.
Nonostante la cifra choc della richiesta, secondo il Corriere della Sera, la trattativa immobiliare sarebbe già a buon punto con Mohammed bin Nayaef, erede designato al trono e dopo re Salman numero due dell'Arabia Saudita.
Del resto Villa Certosa è sempre stata più di una banale reggia vacanziera per il Cav. Un rifugio, una tana di festini e relax, un harem dorato.
I lapilli vulcanici e i fuochi artificiali sono sempre saliti al cielo a illuminare la gloria e l'umore del Caimano: meglio gli andavano le cose e più magnificente era la pirotecnica scenografia.
VILLEGGIATURE DEL TRIONFO ORMAI IN SOFFITTA. Ma da un paio d'anni, dopo la condanna nel processo Mediaset, le villeggiature del trionfo erano finite in soffitta. E questa potrebbe essere l'ultima estate di Silvio in Sardegna.
Certo dovesse chiudere l'affare si lascerebbe alle spalle una serie di ricordi che non hanno prezzo. Pagine e scatti ormai scolpiti nell'immaginario collettivo.

1. Tony Blair e la bandana del Cav

Nel 2004 ci fu lo sbarco di Tony Blair, allora primo ministro, e consorte. Berlusconi indossava una bandana a proteggere la recente bulbicoltura che gli avrebbe garantito una chioma florida (diciamo così). Si cenò con Vermentino e aragostine gratinate. Mariano Apicella era già un'istituzione, le minicrociere pomeridiane un vanto.
Blair - a cui erano giunte notizie della ganasseria - si era raccomandato una sobria accoglienza. Certo, giuste due cosine: i fuochi d’artificio disegnarono nel cielo notturno otto lettere: «Viva Tony».

2. Il vulcano artificiale e l'incidente del ferragosto 2006

Lo spettacolo pirotecnico più famoso resta l'eruzione del 'vulcano' della villa, organizzata per il Ferragosto 2006. E anche se, si lamentò il Cav, i giornalisti «hanno anticipato la notizia e gli hanno rovinato la sorpresa» il cratere artificiale fu attivato con tale entusiasmo che gli abitanti del paese scambiarono il party per un incendio, e chiamarono i vigili del fuoco.

3. L'amico speciale Putin, ospite abituale

Vladimir Putin, col quale Berlusconi vanta un'amicizia speciale, è stato più volte a Villa Certosa. La prima, nel 2003, quando il zar di Russia arrivò a bordo di un incrociatore lanciamissili. Nell'aprile 2008, quando Berlusconi aveva appena vinto le elezioni, Putin fu il primo ospite internazionale ricevuto in Costa Smeralda.

4. Il premier ceco Topolànek desnudo

Gli aneddoti sono le pietre miliari del ventennio, e quasi al livello del vulcano nell'immaginario collettivo è rimasto impresso lo scatto che testimoniava l'esuberanza inguinale del premier ceco Mirek Topolànek, fotografato nudo con amica coordinata nel 2007 dal paparazzo sardo Antonello Zappadu.

5. Fanciulle in topless negli scatti rubati dal paparazzo Zappadu

Oltre alle nudità di Topolànek l'obiettivo di Zappadu sorprese fanciulle in topless tra le ninfe di bronzo, ammicanti, in deshabillé.
Nel giugno 2015 (dopo che per il fotografo era comunque scattata la prescrizione di reato) e dopo diverse cause pensali intentate dal Cav, la Corte di Cassazione ha stabilito che le foto, pubblicate in parte dal settimanale Oggi, violarono la privacy del padrone di casa e dei suoi ospiti.

6. Il festino con Simon Le Bon, Tarantini e Sabina Began

L'11 agosto 2008 L'Espresso pubblica in esclusiva video e foto di una festa a Villa Certosa mentre il mondo vive la crisi Russia-Georgia e le agenzie riferiscono di un Berluisconi «in continuo contatto col G8». Nelle immagini una quarantina di invitati intorno al Cavaliere. Al tavolo Simon Le Bon, dei Duran Duran, intona Ordinary world tra i gridolini delle belle invitate. Tra gli ospiti pure Giampaolo Tarantini, l'imprenditore barese indagato per induzione alla prostituzione, e la celebre «ape regina» Sabina Began.
Il Cavaliere agguanta il microfono e canta L'ultimo amore insieme al fido Apicella. E si scatenano le danze.

7. A Mr Bee il 48% del Milan: la storica stretta di mano

Nella sua reggia in Costa Smeralda il Cav ha ospitato per un weekend il broker thailandese Bee Taechaubol per sbloccare la delicata trattativa per la cessione del 48% del Milan.
Perché quando c'è da sedurre, quella villa lì, coi suoi giardini, il mare intorno, funziona sempre. Era perfetta nei vertici internazionali figuriamoci per il calcio.
E così la trattativa si è conclusa con una stretta di mano, prima di procedere alla firma del preliminare di compravendita per la cifra monstre di 485 milioni.
Euro più, euro meno il prezzo fissato per la baracca.
Quando si dice il caso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso