Eurogruppo chiede ritorno Troika a Atene
L'INTESA 8 Agosto Ago 2015 1901 08 agosto 2015

Accordo Ue-Fmi-Bce su riforme da chiedere ad Atene

Il documento dei creditori sarà discusso nel weekend con i ministri economici di Tispras.

  • ...

Accelerata nei negoziati con Atene. I creditori internazionali della Grecia hanno trovato un accordo su un pacchetto di riforme che il governo ellencio deve attuare nei prossimi tre anni per sbloccare il prossimo pacchetto di aiuti.
Lo riporta la tedesca Frankfurter Allgemeine Zeitung (Faz), spiegando che la bozza di intesa sarà discussa con il governo greco questo weekend per poi essere presentata agli Stati europei.
In caso di intesa, il Parlamento ellenico potrebbe deliberare sin da giovedì 13 agosto e accelerare i tempi per il via libera dai ministri delle finanze dell'Eurozona. Se anche gli stati europei saranno d'accordo, il nuovo programma di aiuti potrà attivarsi dal 20 agosto.
TSAKALOTOS INCONTRA I CREDITORI. Il ministro delle Finanze greco, Euclid Tsakalotos, e quello dell'Economia, George Stathakis, incontreranno già nel pomeriggio dell'8 agosto ad Atene i funzionari della Commissione Ue, del Fondo monetario internazionale (Fmi), della Banca centrale europea (Bce) e del fondo Efsm. E' quanto riporta Bloomberg citando un comunicato del Ministero delle Finanze.
Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco Faz i creditori - Ue, Fmi e Bce - definiscono il pacchetto di riforme individuato come «sostanziale e strutturale».
RESTA IL MURO DI BERLINO. Se anche gli stati europei saranno d'accordo, il nuovo programma di aiuti potrà attivarsi dal 20 agosto, ma il pacchetto, avverte il quotidiano tedesco, potrebbe essere ritardato dalle riserve di Berlino.
Se si dovesse davvero concludere l'accordo, un memorandum d'intesa potrebbe essere sottoscritto martedì 11 agosto e consentire al parlamento greco di votare entro giovedì. Solo allora i 19 ministri delle Finanze dell'Eurozona potrebbero fissare una teleconferenza per venerdì 14 agosto e dare il via libera per sbloccare gli aiuti il 20 agosto. Se tutto dovesse andare secondo i programmi, il Bundestag potrebbe decidere di riunirsi in seduta straordinaria il 17 e il 18 per decidere se accettare il piano o porre ulteriori paletti.
Intanto il governo greco, ricorda la Faz, ha già in programma la discussione di un nuovo round di riforme in settimana, da votare entro il 14 agosto, che prevede il taglio delle spese per la difesa e dei sussidi per gli agricoltori. Ma prima ancora di mettere mano alle riforme il governo deve risolvere la crisi interna al partito di Syriza.

Correlati

Potresti esserti perso