Susanna Camusso Segretario 141120181220
DICHIARAZIONI 28 Agosto Ago 2015 1035 28 agosto 2015

Camusso: «Capisco la difficoltà dei giovani a iscriversi al sindacato»

La leader della Cgil alla Festa dell'Unità nazionale ammette: «È comprensibile».

  • ...

Susanna Camusso, segretario della Cgil.

Sul palco ha parlato di quello che ci si poteva attendere, la legge sulla rappresentanza, i problemi dell'occupazione. Giù dal palco, con i giornalisti, ha punto l'esecutivo sull'errorraccio dei dati sul lavoro, ha chiesto politiche attive e ricordato che la coperta degli ammortizzatori sociali è corta. Ma è stato quando ha abbandonato i microfoni che la leader della Cgil Susanna Camusso, invitata alla Festa nazionale dell'Unità di Milano per un dibattito su 'Governo e sindacati tra nuovi diritti e nuovi doveri' a fianco di Giuliano Poletti e Renato Soru, ha pronunciato le parole meno scontate.
«SE NON VI ISCRIVETE VI CAPISCO». Invece che sostare con i vecchi militanti della salamella, Camusso è andata al bar dei giovani piddini (forse attirata dal nome: 'Chiringufo') e si è trattenuta a lungo dietro il bancone a chiacchierare con i ragazzi. E lì, tra birre, cocktail e musica, ha confidato: «Capisco la difficoltà dei giovani a iscriversi al sindacato». Ai baristi che le dicevano 'Ok, la Cgil si batterà per le pensioni, ma noi la pensione non la avremo mai', ha ammesso i ritardi della sua organizzazione. E ha aggiunto di capirli se non si iscrivono alla Cgil: «Se il lavoro non c'è, è comprensibile, non ti viene nemmeno in mente». «La maggioranza dei nostri iscritti è pensionata», ha ricordato la leader sindacale. Come a dire che normalmente un'organizzazione fa gli interessi dei suoi. Susanna, come si presentava informalissima e a suo agio agli astanti, ha promesso di fare di più. E ha salutato i ragazzi della birra e della pensione che non arriverà mai.

Correlati

Potresti esserti perso