EMERGENZA 8 Settembre Set 2015 1316 08 settembre 2015

Muro anti-migranti, l'Ungheria accelera

Il premier Viktor Orban: «Servono più operai». Dimissioni forzate per il ministro della Difesa.

  • ...

Mentre non si ferma il flusso di migranti che dalla Serbia cercano di entrare in Ungheria e di lì in Europa, il primo ministro ungherese Viktor Orban ha ordinato di assumere più operai per accelerare la costruzione del muro al confine meridionale del Paese .
É quanto lo stesso premier ha dichiarato in un'intervista al quotidiano Magyar Idok dopo aver visitato a sorpresa la zona di confine dove viene eretta la barriera anti-migranti.
La fine dei lavori è prevista per il 15 settembre, ma i ritardi nella costruzione del muro hanno portato alle dimissioni forzate del ministro della Difesa Csaba Hende. A sostituirlo, l'attuale ministro dello Sport.
IL PUGNO DURO DEL GOVERNO IN UNGHERIA Orban, al potere in Ungheria dal 2010, sta affrontando l'emergenza migranti con durezza, cercando di deviare dal suo Paese quella che è diventata una delle rotte più intraprese dai migranti per arrivare in Europa (in particolare del Nord).
In attesa del completamento del muro lungo 175 chilometri, il governo ha disteso recinzioni e filo spinato lungo tutto il confine e dato ordine all'esercito e alla polizia di utilizzare mezzi anche pesanti come gli spray urticanti.
ORBAN: CHIUDERE LE PORTE AI MIGRANTI Il 7 settembre il premier ungherese ha alzato i toni chiedendo all'Europa di chiudere i confini avvertendo che altrimenti «i migranti arriveranno a milioni».
Le misure prese dall'Ungheria fino a ora non sono sembrate efficaci né hanno distolto i migranti dal tentare la rotta verso la Germania e l'Austria, diventata la favorita dopo le aperture di Angela Merkel.
Se nel resto d' Europa le politiche di accoglienza tedesche hanno aperto quella che sembra quasi una gara di solidarietà tra gli Stati membri, in Ungheria il governo cerca di fermare una marea a cui probabilmente dovrà abituarsi negli anni a venire.

Correlati

Potresti esserti perso