Armi 150924201522
MESSAGGIO 24 Settembre Set 2015 2016 24 settembre 2015

Armi, il monito del papa davanti al Paese che ne esporta di più

Francesco davanti al Congresso lancia un messaggio contro il mancato rispetto dei trattati.

  • ...

Barack Obama e papa Francesco a Washington.

Davanti a un Congresso forse un po' imbarazzato, papa Francesco ha rivolto un appello ai governi di tutto il mondo affinché si fermi il commercio delle armi.
«Perché», si è chiesto di fronte a senatori e deputati riuniti ad ascoltare lo storico discorso, «armi mortali sono vendute a coloro che pianificano di infliggere indicibili sofferenze a individui e società? Purtroppo, la risposta, come tutti sappiamo, è semplicemente per denaro: denaro che è intriso di sangue, spesso del sangue innocente».
«È nostro dovere», ha concluso Francesco, «affrontare il problema e fermare il commercio di armi».
Quella di Capitol Hill è probabilmente la pedana più adatta per un monito sul business delle armi, considerato che gli Stati Uniti sono il principale esportatore di armi del pianeta.
TRATTATI NON RISPETTATI. In realtà, quasi tutti gli Stati del cosiddetto primo mondo firmano regolarmente trattati internazionali che li costringerebbero a non vendere armi e munizioni a Paesi in guerra e a governi non democratici e autoritari. Tuttavia, malgrado questi atti di buona volontà, il 90% dell'export mondiale di armi proviene proprio dai suddetti Stati.
A fine 2014, il Conflict armament research ha pubblicato un'analisi delle munizioni usate dall'Isis nel Nord dell'Iraq e in Siria: le 1.730 cartucce analizzate sono state fabbricate in 21 diversi Paesi e l'80% di queste negli Usa, in Cina e nell'ex Unione Sovietica.
Ecco la classifica dei più grossi esportatori di armi nel mondo nel periodo 2010-2014 per fetta di mercato (fonte: Amnesty International).

1. Usa, 31%
2. Russia, 27%
3. Cina, 5%
4. Germania, 5%
5. Francia 5%
6. Gran Bretagna, 4%
7. Spagna,3%
8. Italia, 3%
9. Ucraina 3%
10. Israele, 2%

Sempre secondo le rilevazioni di Amnesty, nel 2010 il valore totale del commercio mondiale di armi era approssivamente di 72 miliardi di dollari.
100 MLD L'ANNO. Da allora, è stato stimato che il business delle armi abbia raggiunto un valore di 100 miliardi di dollari l'anno.
Mentre violenza armata uccide annualmente circa 508 mila persone.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso