Grasso Senato 140205204241
POLITICA 29 Settembre Set 2015 1448 29 settembre 2015

Riforme, Grasso boccia gli emendamenti della Lega

«Irricevibili» 72 milioni di proposte di modifica. Ira del Carroccio. Ne restano 'solo' 380 mila.

  • ...

Il presidente del Senato Piero Grasso.

Non ci sarà spazio per circa 72 milioni di emendamenti presentati dalla Lega al ddl Boschi. Il presidente del Senato Pietro Grasso ha dichiarato irricevibile «l'abnorme numero» di proposte di modifica «per rispettare i tempi stabiliti dal calendario dei lavori» e non creare «un precedente che consenta di bloccare i lavori parlamentari per un tempo incalcolabile».
NE RESTANO 380 MILA. Restano così i 380 mila emendamenti depositati in commissione Affari Costituzionali (perché in quella sede non vennero dichiarati irricevibili, ma vennero ordinati, esaminati e valutati e quindi come tali devono essere lasciati all'esame dell'Aula) a cui se ne aggiungono altri 3.500 presentati per iscritto.
GRASSO: «LE DECISIONI SPETTANO SOLO A ME». Nel bocciare la valanga di emendamenti presentata dal leghista Roberto Calderoli, Grasso ha spiegato che la decisione spetta solo a lui: «Le motivazioni delle mie decisioni sono rinvenibili negli art.8 e 97 del Regolamento che attribuiscono al presidente del Senato il giudizio di ricevibilità, proponibilità e ammissibilità degli emendamenti».
IRA DELLA LEGA: «PRECEDENTE GRAVISSIMO». La reazione di Calderoli non si è fatta attendere: «Mi dispiace, ma da quest’oggi in Aula è vigente il regolamento del Marchese del Grillo: 'Io sono io e voi non siete un c....'». Duro anche il vicepresidente della Lega, Raffaele Volpi: «Vengono esclusi una serie di emendamenti a prescindere dal merito creando un precedente gravissimo».
RENZI: «MAGGIORANZA CON O SENZA FI». Intanto, dagli Stati Uniti, il premier Matteo Renzi si è detto sicuro di avere i numeri per portare a casa la riforma costituzionale: «Sia che Berlusconi decida di votare la riforma sia che decida di non votarla, per me non cambia nulla. Il governo ha una buona maggioranza».

Correlati

Potresti esserti perso