Homs Mappa 150930192830
SCHEDA 30 Settembre Set 2015 1930 30 settembre 2015

Bombe russe su Homs, le forze in campo

Lealisti, Hezbollah e pasdaran iraniani. Ribelli anti-Assad e milizie jihadiste. La situazione nella regione.

  • ...

Numerose milizie e diversi signori della guerra si spartiscono il controllo della regione siriana di Homs, presa di mira mercoledì 30 settembre dai primi raid aerei russi in Siria. Le forze governative siriane, i miliziani libanesi di Hezbollah e i loro alleati, i pasdaran iraniani, combattono contro le formazioni locali anti-governative, mentre altre zone sono controllate dal gruppo Stato islamico. La regione di Homs, di cui fa parte anche il sito archeologico di Palmira, è la più vasta della Siria e si estende per una superficie grande due volte la Toscana.

DUE MILIONI DI ABITANTI PRIMA DELLA GUERRA. Prima della guerra ospitava quasi due milioni di persone appartenenti a diverse comunità religiose: sunniti, cristiani per lo più ortodossi, sciiti duodecimani e alawiti. Con la repressione governativa delle proteste popolari nel 2011 e la successiva guerra civile la parte occidentale, compresa la città di Homs per metà distrutta, sono diventate di fatto un protettorato iraniano su cui vigilano le milizie Hezbollah, i Pasdaran iraniani e varie milizie lealiste.
SNODO CRUCIALE PER DAMASCO. Homs costituisce uno snodo cruciale per mantenere collegata la capitale Damasco, il centro del potere sostenuto da Mosca, e la regione costiera, da cui provengono i clan al potere da circa mezzo secolo e dove si trova la maggior parte degli armamenti russi. Più della metà del territorio di Homs, a est, è invece desertico e disabitato, con l'eccezione dell'oasi di Palmira e delle zone vicine alla strada che collega l'antica città con Dayr az Zor a est e Damasco a sud-ovest.
L'ISIS CONTROLLA PALMIRA. L'Isis controlla la zona di Palmira e si è di recente esteso al distretto di Qaryatayn, poco lontano dall'autostrada Damasco-Homs. Le milizie anti-governative sono confinate in un sobborgo di Homs, a est della città, e in alcune località a nord del capoluogo. Rastan e Talbise sono le roccaforti ribelli a esser state colpite dai raid russi. I caccia di Mosca hanno preso di mira anche altre località nella confinante regione di Hama e più a nord di Idlib.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso