Mugabe 150929174134
ESTERI 22 Ottobre Ott 2015 2031 22 ottobre 2015

Mugabe vince il premio Confucio per la pace

Il presidente dello Zimbabwe batte Bill Gates. E succede a Castro e Putin.

  • ...

Il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe.

È unanimemente considerato un tiranno e un dittatore. Su di lui pesa l'accusa di aver violato a più riprese i diritti umani nei 35 anni durante i quali ha detenuto il potere nello Zimbabwe. Stati Uniti e Unione europa lo considerano 'persona non grata'. Tutto ciò non ha impedito a Robert Mugabe di conquistare l'edizione 2015 del premio Confucio per la pace, assegnatogli lo scorso 29 settembre.
DISCORSO CONTRO I GAY. Mugabe non era presente alla cerimonia di assegnazione perché impegnato all’assemblea generale delle Nazioni Unite, dove ha catturato l'attenzione con un acceso discorso contro l’omosessualità.
Il premio è stato istituito nel 2010 in Cina come alternativa al Nobel per la pace, dopo l'assegnazione del premio allo scrittore e attivista dissidente Liu Xiaobo, in carcere dal 2009.
SUCCEDE A PUTIN E CASTRO. Negli scorsi anni hanno ricevuto il premio Confucio l’ex primo ministro di Taiwan Lien Chan, il presidente russo Vladimir Putin, l’ex segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan e l’ex presidente cubano Fidel Castro. Il riconoscimento include pure una ricompensa di 500mila yuan (equivalenti a circa 70 mila euro).
BANDITO DALL'EUROPA. Mugabe, 91 anni, è presidente dello Zimbabwe dal 1987, dopo esserne stato primo ministro dal 1980. A causa delle violazioni dei diritti umani commesse dal suo regime, è registrato in una lista nera di persone alle quali è negato il visto per i Paesi europei.
BATTUTO BILL GATES. Gli altri candidati a ricevere il premio Confucio erano Bill Gates e il presidente sudcoreano Park Geun-hye.
Uno dei 76 membri della commissione che stabilisce il vincitore, Liu Zhiqin, ha detto che solo 36 persone hanno votato in favore di Mugabe: «Io stesso ho delle riserve. È al potere da così tanto tempo che potrebbe essere facilmente etichettato come un dittatore, un tiranno o un despota». Il presidente della commissione Qiao Damo ha difeso l’assegnazione del premio a Mugabe, dicendo che il suo governo ha garantito ai cittadini dello Zimbabwe degli standard di vita più alti rispetto a quelli della Siria, dell’Iraq, dell’Afghanistan e della Libia.

Correlati

Potresti esserti perso