Camera Deputati 150429110430
POLITICA 1 Dicembre Dic 2015 2049 01 dicembre 2015

Consulta, altra fumata nera in parlamento

Nessuno raggiunge il quorum. Pitruzzella ritira la candidatura.

  • ...

L'Aula di Montecitorio.

Un anno e mezzo di fumate nere. Il parlamento riunito in seduta comune non è riuscito nemmeno il primo dicembre a eleggere tre giudici della Corte costituzionale.
Si tratta del 28esimo tentativo andato a vuoto.
L'accordo maggioranza-centristi-Fi sulla terna composta da Augusto Barbera (Pd), Giovanni Pitruzzella (centristi) e Francesco Paolo Sisto (Forza Italia) è sfumato alla prova dell'urna: nessuno dei tre candidati ha raggiunto il quorum necessario di 571 voti.
Barbera, il candidato più votato, ha totalizzato 545 voti, fermandosi a 25 dal traguardo. Sisto ha ottenuto 527 voti, Pitruzzella 470.
PASSO INDIETRO DI PITRUZZELLA. Quest'ultimo ha poi annunciato il ritiro della sua candidatura. «Prendo atto che non ci sono le condizioni di serenità e di contesto politico per affrontare una nuova verifica parlamentare. Anche a tutela dell'Istituzione che presiedo, ritiro pertanto la disponibilità a essere candidato alla Corte costituzionale, ringraziando coloro che mi hanno votato».
LA LEGA VOTA SCHEDA BIANCA. Decisiva la posizione della Lega, che ha optato per la scheda bianca. I votanti sono stati stati 871 (su 951 aventi diritto), sei in meno dell'ultima volta (il 25 novembre).
IL PD INSISTE SU BARBERA. Il capogruppo Pd Ettore Rosato ha fatto sapere che i dem insistono sul nome di Barbera che «è veramente a un soffio dal quorum per l'elezione alla Consulta: il parlamento ha dato il segnale di tenere la candidatura in piedi, aumentando i suoi voti».
M5S: CAMBIARE I NOMI. Il M5s invece ha affidato il commento al deputato Danilo Toninelli: «Fuori uno: Pitruzzella si è ritirato. Se vogliono discutere con noi facciano in modo che non sia l'unico nome a cambiare».
Il voto successivo è previsto il 2 dicembre alle ore 19.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso