MEDIA 9 Dicembre Dic 2015 1410 09 dicembre 2015

Time, Angela Merkel persona dell'anno

La cancelliera è la prima donna  a ottenere il riconoscimento dopo 29 anni. Al Baghdadi secondo, Donald Trump terzo. Foto.

  • ...

La cancelliera tedesca Angela Merkel è stata proclamata persona dell'anno dal magazine Time, che le ha dedicato la sua ultima copertina.
«Angela Merkel, cancelliera di un mondo libero», è il titolo che campeggia in prima pagina e celebra il ritratto della leader tedesca.
PRIMA DA 29 ANNI. Merkel è la prima donna a guadagnarsi l'onore in 29 anni. L'ultima, prima di lei, era stata Corazon Aquino, ex presidente delle Filippine. La cancelliera ha battuto Abu Bakr al Baghdadi, califfo dello Stato islamico, e Donald Trump, candidato alle primarie repubblicane per la Casa Bianca.

Il riconoscimento è andato alla cancelliere tedesca per «la sua leadership nell'aver promosso e mantenuto un'Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi».

  • Angela Merkel persona dell'anno del Time: le motivazioni.

Per il magazine la cancelliera aveva già giocato un ruolo cruciale nella gestione dell'emergenza economica che aveva sconvolto l'Unione europea e contribuito ad arginare le mire di Vladimir Putin sull'Ucraina.
Nell'ultimo anno, invece, la minaccia all'Eurozona posta in essere dal tracollo finanziario della Grecia e la crisi scatenata dalla sbarco senza sosta di migranti e rifugiati hanno ulteriormente contribuito a rafforzare il ruolo strategico di Merkel nella salvaguardia dell'Unione.
LA QUARTA DONNA. La cancelieraè solo la quarta donna a esser scelta come persona dell'anno di Time. La prima a essere insignita del riconoscimento fu, nel 1936, Wallis Simpson, la divorziata americana per cui Edoardo Ottavo rinunciò alla corona britannica. Nel 1952 fu la volta della regina Elisabetta e nel 1986 di Corazon Aquino. Nel 1975 la copertina della persona dell'anno andò collettivamente alle «donne americane». Altri riconoscimenti «di coppia» sono stati quelli del 1936 - Soon May Ling e Chiang Kai Shek - e del 2005: Melinda Gates con il marito Bill Gates e Bono Vox (nella categoria «i samaritani»). Nel 2002 la cover story dell'anno è stata dedicata a tre donne 'whistleblower' che hanno portato in luce magagne all'FBI, Worldcom ed Enron.
Non l'ha presa bene Donald Trump, che ha affidato a un tweet la sua reazione: «Ve l'avevo detto che Time magazine non mi avrebbe mai scelto come persona dell'anno nonostante fossi il grande favorito. Hanno scelto la persona che sta rovinando la Germania».

Correlati

Potresti esserti perso