MEDIA 9 Dicembre Dic 2015 1410 09 dicembre 2015

Time, Angela Merkel persona dell'anno

La cancelliera è la prima donna  a ottenere il riconoscimento dopo 29 anni. Al Baghdadi secondo, Donald Trump terzo. Foto.

  • ...

La cancelliera tedesca Angela Merkel è stata proclamata persona dell'anno dal magazine Time, che le ha dedicato la sua ultima copertina.
«Angela Merkel, cancelliera di un mondo libero», è il titolo che campeggia in prima pagina e celebra il ritratto della leader tedesca.
PRIMA DA 29 ANNI. Merkel è la prima donna a guadagnarsi l'onore in 29 anni. L'ultima, prima di lei, era stata Corazon Aquino, ex presidente delle Filippine. La cancelliera ha battuto Abu Bakr al Baghdadi, califfo dello Stato islamico, e Donald Trump, candidato alle primarie repubblicane per la Casa Bianca.

Il riconoscimento è andato alla cancelliere tedesca per «la sua leadership nell'aver promosso e mantenuto un'Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi».

  • Angela Merkel persona dell'anno del Time: le motivazioni.

Per il magazine la cancelliera aveva già giocato un ruolo cruciale nella gestione dell'emergenza economica che aveva sconvolto l'Unione europea e contribuito ad arginare le mire di Vladimir Putin sull'Ucraina.
Nell'ultimo anno, invece, la minaccia all'Eurozona posta in essere dal tracollo finanziario della Grecia e la crisi scatenata dalla sbarco senza sosta di migranti e rifugiati hanno ulteriormente contribuito a rafforzare il ruolo strategico di Merkel nella salvaguardia dell'Unione.
LA QUARTA DONNA. La cancelieraè solo la quarta donna a esser scelta come persona dell'anno di Time. La prima a essere insignita del riconoscimento fu, nel 1936, Wallis Simpson, la divorziata americana per cui Edoardo Ottavo rinunciò alla corona britannica. Nel 1952 fu la volta della regina Elisabetta e nel 1986 di Corazon Aquino. Nel 1975 la copertina della persona dell'anno andò collettivamente alle «donne americane». Altri riconoscimenti «di coppia» sono stati quelli del 1936 - Soon May Ling e Chiang Kai Shek - e del 2005: Melinda Gates con il marito Bill Gates e Bono Vox (nella categoria «i samaritani»). Nel 2002 la cover story dell'anno è stata dedicata a tre donne 'whistleblower' che hanno portato in luce magagne all'FBI, Worldcom ed Enron.
Non l'ha presa bene Donald Trump, che ha affidato a un tweet la sua reazione: «Ve l'avevo detto che Time magazine non mi avrebbe mai scelto come persona dell'anno nonostante fossi il grande favorito. Hanno scelto la persona che sta rovinando la Germania».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati