Monica Cirinnà Prima 160202185742
POLITICA 2 Febbraio Feb 2016 1632 02 febbraio 2016

Unioni civili, il voto in Aula al Senato

Bocciate le pregiudiziali di costituzionalità. E il Pd respinge al mittente l'offerta di Alfano.

  • ...

Ha preso ufficilamente il via nell'Aula del Senato, con la bocciatura delle pregiudiziali di costituzionalità, l'esame del ddl Cirinnà sulle unioni civili.
Palazzo Madama ha detto no pure al rinvio in Commissionre del ddl, riguardante la questione sospensive all'esame.
OLTRE UNA SETTIMANA. Il presidente Pietro Grasso ha dato quindi avvio alla discussione generale: sono previste 21 di dibattito, per un totale di 110 interventi. «Forse non basterà una settimana per concludere prima di passare al voto degli emendamenti», ha detto Grasso.
IL PD RISPONDE PICCHE AD ALFANO. Intanto il Partito democratico ha respinto al mittente l'offerta del ministro dell'Interno Angelino Alfano di convergere su un testo del ddl Cirinnà sulle unioni civili senza la stepchild adoption. «Si va alla prova delle intese parlamentari», hanno chiarito fonti dem a Palazzo Madama. «E riteniamo che ci possano essere convergenze ampie e trasversali».
Il ministro dell'Inetrno e leader di Ap, malgrado ciò, sembra fermo sulle sue posizioni. «Il Pd ci rifletta bene perché è un'ottima occasione anche per questo partito, nel senso che si può approvare una legge importante senza dividere il Paese. Togliamo di mezzo queste adozioni. L'80% del popolo è contrario. La gente non le accetta, quando c'è invece un certo 'sì' a maggiori diritti per i soggetti che compongono una coppia anche omosessuale».
CIRINNAÀ: «UN TESTO MODERATO». «Il nuovo istituto di unioni civili, nella sua quarta versione, è già una sintesi moderata», ha dichiarato invece intervenendo al Senato la senatrice Pd Monica Cirinnà, relatrice del testo. «Ho vissuto sulla mia pelle gli effetti di un dibattito avvelenato», ha aggiunto, sottolineando come, nel dibattito sui media «la frase che ritengo più falsa è che stiamo introducendo il matrimonio e le adozioni gay».

Correlati

Potresti esserti perso