Alfano, no adozione da parte coppie gay
LETTERA 5 Marzo Mar 2016 1440 05 marzo 2016

Migranti, Alfano e De Maiziere chiedono un sistema di registrazione europeo

Italia e Germania invocano l'intervento della Commissione Ue. Per una nuova e unitaria gestione del fenomeno.

  • ...

Italia e Germania unite. Il 5 marzo 2016, il ministro dell'Interno Angelino Alfano e il suo omologo tedesco Thomas de Maiziere hanno inviato una lettera alla Commissione europea per chiedere la creazione di un sistema di registrazione dei migranti a livello Ue e un'armonizzazione delle procedure per i richiedenti asilo.
Un tema sempre più caldo nel dibattito continentale, con gli accordi di Schengen messi in discussione da flussi migratori senza precedenti nella storia.
SISTEMA ALLESTITO CON FRONTEX. Lo ha scritto la Sueddeutsche Zeitung. Secondo i due ministri, il meccanismo di registrazione Ue, che dovrebbe includere controlli di sicurezza, andrebbe allestito con l'aiuto dell'agenzia Frontex. Inoltre l'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo (Easo) dovrebbe ottenere più staff e finanziamenti in modo da poter diventare una «vera agenzia europea per l'asilo».
Nella missiva, indirizzata al vicepresidente della Commissione Frans Timmermans e al commissario Ue per le Migrazioni Dimitris Avramopoulos, Alfano e De Maiziere invitano a compiere una «ambiziosa riforma delle regole di Dublino», che prevedono che i migranti debbano chiedere asilo nel primo Paese Ue in cui entrano, creando quello che definiscono un «sistema di asilo comune europeo riadattato».
Principi che l'Italia, uno dei Paesi più esposti alle migrazioni, porta avanti da sempre, e che la Germania sembra aver definitivamente fatto suoi.
IDENTIFICAZIONE PRIMA DELL'ARRIVO IN EUROPA. I due suggeriscono di identificare i migranti che hanno bisogno di protezione internazionale nei loro Paesi di origine o nei Paesi di transito prima di portarli in Europa (che è l'approccio attualmente usato nella cooperazione con la Turchia) e affermano che lo scopo sia quello di creare un «sistema istituzionalizzato di ricollocamento in Ue».
Secondo Alfano e De Maiziere, inoltre, è necessario che i rifugiati vengano ripartiti sul territorio dell'Unione europea tramite il sistema di quote annuali e bisogna redigere una lista Ue di 'Paesi sicuri' di origine e attivare un «robusto e coordinato meccanismo di rimpatrio europeo» per rimandare indietro i cosiddetti 'migranti economici'.

Correlati

Potresti esserti perso