Obama 160324164944
SEGRETI 24 Marzo Mar 2016 1650 24 marzo 2016

Argentina, Usa svelano documenti sul supporto al regime militare

In occasione dell'anniversario del golpe dei generali nel 1976, Obama a Buenos Aires ha dichiarato che gli Stati Uniti «declassificheranno archivi» sulla cosiddetta 'Guerra Sporca'.

  • ...

Il generale e dittatore argentino Jorge Rafael Videla.

Gli Stati Uniti declassificheranno per la prima volta documenti classificati del periodo della dittatura argentina: lo ha annunciato Barack Obama durante una visita al memoriale che ricorda a Buenos Aires i “desaparecidos” della lunga dittatura militare argentina, in coincidenza con il 40esimo anniversario del golpe militare del 24 marzo. «Per la prima volta verranno declassificati archivi militari e dell'intelligence», ha aggiunto Obama.
IL CAPITOLO PIÙ BUIO DELL'ARGENTINA. I documenti riservati che saranno declassificati riguardano il periodo tra il 24 marzo 1976 e il 1983, quando l'Argentina è stata governata da una dittatura militare (appoggiata dagli Usa), che il presidente Macri ha definito come il più buio della storia dell'Argentina.

Il presidente Usa Barack Obama e quello argentino Mauricio Macri gettano fiori nel Rio de la Plata in memoria delle vittime della dittatura.


Circa 30 mila persone sono state uccise sotto il regime, e in migliaia sono state arrestate illegalmente e torturate in quella che è passata alla storia come la “Guerra Sporca”. Il Generale Jorge Rafael Videla, che guidò il colpo di Stato nel 1976, è morto in galera nel 2013 dopo essere stato condannato per violazione dei diritti umani.
IL RUOLO DEGLI USA. La responsabilità americana va rintracciata a partire dalla prima metà degli anni '70. In quel periodo, durato fino a circa i primi anni '80, gli Usa implementarono in tutto il Sudamerica un piano per arrestare e contenere il rischio di un rafforzamento dei partiti e dei gruppi marxisti-comunisti-peronisti conosciuto come Operazione Condor. Nell'ambito di questa campagna di repressione, gestita dalla Cia, sono stati insediati i regimi di Augusto Pinochet in Cile e, appunto, di Rafael Videla in Argentina.
IL SILENZIO SUI DESAPARECIDOS. Le informazioni che saranno rivelate potrebbero riguardare non solo il ruolo degli Usa nel colpo di Stato di Videla, ma anche i crimini del regime verso le opposizioni in cui la Cia potrebbe aver avuto responsabilità che vanno oltre il semplice silenzio-assenso.
I BUONI RAPPORTI OBAMA MACRI. Obama è arrivato in Argentina dopo la storica visita di tre giorni a Cuba. Dopo anni di relazioni non molto cordiali con la “presidenta” Cristina Kirchner, in molti prevedono che i rapporti con il nuovo presidente Mauricio Macri saranno più amichevoli e Obama ha già elogiato le riforme mese in pista dal nuovo govereno.
La decisione di rivelare segreti decennali è sicuramente una dimostrazioine di buoni intenti, quella del presidente Usa, ma anche un doveroso gesto verso la storia.
«Siamo assolutamente determinati a fare la nostra parte, e spero che questo gesto aiuti a ricostruire la fiducia tra i nostri Paesi», ha detto Obama.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso