Elicotteri Russi Cieli 160330100026
OFFENSIVA 30 Marzo Mar 2016 0800 30 marzo 2016

Siria, altro che ritiro: Putin attacca con gli elicotteri

Nessuna inversione di rotta: la Russia continua ad affiancare l'esercito di Assad. Ma i caccia sono stati sostituiti. Le prove in un video.

  • ...

Elicotteri russi Mi-28 sui cieli della Siria.

Appena 15 giorni fa Vladimir Putin aveva annunciato il ritiro delle truppe dalla Siria, con un cambio di rotta che aveva destato stupore negli analisti.
Ora, un video diffuso da un gruppo a supporto del presidente Bashar al Assad testimonia come l'impegno russo sul territorio siriano sia mutato nei mezzi ma non nelle modalità.
RAZZI DAGLI ELEICOTTERI. Nelle immagini viene infatti mostrato un elicottero d'attacco Mil Mi-28 impegnato a sostenere l'esercito di Assad nella battaglia per la riconquista di Palmira, sganciando un razzo per fronteggiare la controffensiva dell'Isis.

  • Il video che mostra gli elicotteri russi impegnati in Siria.

Lo scontro per Palmira, conclusosi da pochi giorni con l'abbandono dei miliziani del Califfato, pare essere la prima circostanza nella quale la Russia si serve degli elicotteri militari già impiegati nella crisi in Ucraina.
MAGGIORE SOSTEGNO ALLE TRUPPE. Una mossa che conferma il sostegno da sempre offero da Mosca ad Assad, malgrado le dichiarazioni di Putin dello scorso 14 marzo facessero pensare a un ridimensionamento delle operazioni militari: in realtà i cacciabombardieri sarebbero semplicemente stati sostituiti da una flotta di elicotterie più adatti per sostenere da vicino le truppe siriane impegnate a combattere per la riconquista del territorio.
POTENZA DI FUOCO. Il Mi-28 vanta telecamere a infrarossi e un cannone frontale da 30 millimetri: può trasportare contemporaneamente fino a otto missili anticarro a guida di precisione e 10 razzi non guidati, ognuno dei quali racchiude la potenza esplosiva di un proiettile di artiglieria. Può volare a una velocità massia di 200 miglia all'ora.
La Russia, dunque, resta in Siria, con una presenza forse meno ingombrante, ma di certo non meno strategicamente decisiva.

Correlati

Potresti esserti perso