Istat 160401215659
POLEMICA 1 Aprile Apr 2016 2157 01 aprile 2016

Istat, sollevata dall'incarico la pioniera delle statistiche

Bufera sulla rimozione di Linda Laura Sabbadini: con il suo lavoro ha fatto luce sul divario di genere e sui senzatetto.

  • ...

Linda Laura Sabbadini.

Polemica sull'Istat, che si dota di una nuova squadra per lanciare il piano di modernizzazione, ma si priva di uno dei suoi elementi storici. Tra i vertici non compare più il nome di Linda Laura Sabbadini, la statistica che ha tirato fuori i dati sugli 'invisibili', facendo luce sui divari di genere, sui senzatetto e su tutte le zone rimaste, almeno fino a qualche anno fa, fuori dalle cifre ufficiali sul Paese.
L'ESCLUSIONE DI SABBADINI. Un caso l'esclusione di Sabbadini che scoppia sui social media, da Twitter a Facebook, dai blog ai siti d'informazione. Classe 1956, un punto di riferimento per la statistica da intendersi non solo come freddi numeri e successioni infinite di tabelle, ma come storie, che, certo, sempre dai numeri partono. Una vita all'Istat: partono da sue iniziative le indagini sulla violenza contro le donne, sull'orientamento sessuale, sull'infanzia, sugli homeless, sui divari territoriali. Ma nel suo curriculum vanta anche esperienze internazionali, presso l'Onu, e numerosi incarichi istituzionali.
«ESTROMESSA PIONIERA DELLA STATISTICHE». È il sindacato ha farsi subito sentire, con la Cgil: «estromessa da vertici Istat» la «pioniera» delle statistiche sulle donne e sul sommerso. Anche la Uil prende le parti dell'ormai ex guida del dipartimento statistiche sociali e ambientali, in un comunicato insieme al sindacato di Corso d'Italia sottolinea come si tratti «dell'unica statistica inserita di recente nell'elenco delle '100 eccellenze italiane'».
Per la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli (Pd) è «difficile comprendere la scelta dell'Istat di non avvalersi più delle competenze di Linda Laura Sabbadini». E aggiunge: «Mi auguro che ora l'Istituto non disperda il suo grande lavoro tornando a privilegiare criteri di neutralità nelle proprie indagini».
SCONCERTO BIPARTISAN. Ma lo sconcerto per la mancata nomina è bipartisan: «non riusciamo proprio a comprendere la ratio della decisione dell'Istat di sollevarla dal suo incarico» dice la portavoce di Forza Italia alla Camera dei deputati, Mara Carfagna. «Confidiamo - prosegue - che il tutto venga riconsiderato». Il Governo interviene con il sottosegretario Sesa Amici, che definisce i contributi di Sabbadini una «risorsa scientifica unica». Non è però solo una 'sollevazione' al femminile, anche il mondo delle associazioni scende in campo a sostegno di Sabbadini, dalla Caritas, che esprime preoccupazione «per la qualità dei dati sui fenomeni sociali», ai centri antiviolenza. Tutti i nuovi incarichi della squadra dell'Istat saranno ufficializzati il 15 aprile.

Correlati

Potresti esserti perso