Combo 160429105813
POLITICA 29 Aprile Apr 2016 0822 29 aprile 2016

Roma, Berlusconi: «Divisi perdiamo, nessun Nazareno bis»

Il leader di Forza Italia prova a ricucire. Ma Meloni: «Vuole rafforzare un governo infame».

  • ...

Nessun patto del Nazareno in salsa romana
Così Silvio Berlusconi commenta il proprio appoggio ad Alfio Marchini all'indomani del ritiro di Guido Bertolaso che ha scatenato l'ennsima rissa nel centrodestra durante la lunga marcia di avvicinamento alla tornata elettorale romana.
«Nulla di più lontano dal vero», ha dichiarato il leader di Forza Italia ai microfoni di Radio Anch'io, «noi dobbiamo porre fine al governo di Renzi, un governo illegittimo e abusivo che è contro il voto del popolo. Noi dobbiamo mettere fine all'emergenza democratica, quindi una decisione su Roma non cambia questo atteggiamento».
«DIVISI PERDIAMO». Il Cav ha provato quindi a laciare un appello all'unità che sembra essere già caduto nel vuoto, vista la risposta contrariata di Giorgia Meloni.
«In altre città andiamo divisi», ha detto, «ma si tratta di amministrative e se restiamo divisi non c'è possibilità di vincere le politiche e rischiamo di consegnare il paese al governo di sinistra. Divisi perdiamo» E , in ogni caso, ha ribadito Berlusconi, «non c'è un centrodestra vincente senza di noi, sarebbe solo di testimonianza e per vincere invece dobbiamo ritrovare i voti dei moderati».
MELONI: «RAFFORZA UN GOVERNO INFAME». Il leader di Fratelli d'Italia e aspirante sindaco, da parte sua, ha replicato in questi termini: «Noi siamo per il centrodestra moderato non inciucisista. Fi vuole andare a rafforzare un governo infame».
Non ha tardato a fasi sentire nemmeno Matteo Salvini: «Berlusconi è moderato nelle urne perché prende ormai pochi voti». E ancora: «Dice tante cose, io sono tifoso milanista, mi ha detto questa estate che avevamo uno squadrone e che avremmo giocato come il Barcellona e chi è tifoso sa come siamo messi. Gli va la gratitudine per tutto quello che ha fatto. Ma il tempo passa per tutti e non puoi dire sempre le stesse cose per 20 anni».
Berlusconi, a sua volta, non ha mancato di replicare: «Per governare una città complessa bisogna che ci sia qualcuno che abbia un'esperienza gestionale. Lei è una politica di professione».

Correlati

Potresti esserti perso