Pannella rompe sciopero sete, beve in Tv
APPRENSIONE 18 Maggio Mag 2016 1545 18 maggio 2016

Pannella ricoverato in ospedale

Il leader radicale, da tempo malato, ha lasciato la propria abitazione romana.

  • ...

Si aggravano le condizioni di salute di Marco Pannella. Il leader radicale è «ricoverato presso una struttura ospedaliera per garantirgli un ambiente adeguato alle sue attuali condizioni».
Il comunicato di Radio Radicale - poche e misurate parole - arriva nelle redazioni nel tardo pomeriggio e immediatamente scatta l'allarme sullo stato di salute dell'anziano leader radicale da anni in lotta contro due tumori.
CONDIZIONI PEGGIORATE. Negli ultimi giorni le sue funzioni vitali - spiegano fonti mediche - sono peggiorate al punto che è stato ritenuto opportuno un trasferimento in una clinica romana più attrezzata presso il quale «non sono previste visite». Un'accortezza per garantire tranquillità e riservatezza a Pannella. Anche i cellulari delle persone che in questi mesi lo hanno assistito più da vicino risultano spenti o non rispondono. Segno che il momento è particolarmente difficile.
IL SOSTEGNO DELLA POLITICA. Da marzo, quando si sono intensificate notizie su un aggravamento delle condizioni fisiche di Pannella (in lotta con un tumore ai polmoni e uno al fegato), si sono moltiplicati gli allarmi ma anche le testimonianze di affetto nei suoi confronti. Papa Francesco gli ha inviato il suo libro Dio è misericordia in regalo da per l'86esimo compleanno del capo carismatico radicale festeggiato lo scorso 2 maggio in casa con amici e militanti. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato, così come i presidenti di Camera e Senato. Ma tutti i leader di partito hanno voluto inviare un messaggio o sentire il «protagonista di tante battaglie politiche». Dopo la notizia del ricovero i social network hanno rilanciato l'allarme in rete. Migliaia di utenti hanno fatto sentire la loro vicinanza al fondatore del Partito radicale: l'hashtag #Pannella è diventato in pochi minuti uno dei trending topic di Twitter. «Sai come si lotta, non mollare!», «Tieni duro», «Forza vecchio leone», «Se ci lasci anche tu io espatrio definitivamente» sono alcuni tweet tra i più condivisi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso