Pannella 160318172651
SCHEDA 19 Maggio Mag 2016 1544 19 maggio 2016

Marco Pannella, le tappe del suo impegno politico

Dalla fondazione del Partito radicale agli scioperi della fame. Passando per divorzio e aborto. Le battaglie di Marco.

  • ...

Aveva 86 anni Marco Pannella. E aveva passato gli ultimi 61 della sua vita a combattere per i diritti civili, fondando il partito Radicale e restandone il volto fino alla sua morte, il 19 maggio 2016. Ecco la sua storia in tappe.

2 maggio 1930 - Nasce a Teramo Giacinto Pannella detto Marco da Leonardo e Andrè Estachon.

1950 - Si laurea in legge.

1955 - Dopo un'esperienza nella gioventù liberale e nell'unione goliardica italiana, l'associazione degli studenti di estrazione laica, fonda il partito radicale insieme a Pannunzio, Carandini, Cattani.

1960 - Corrispondente de Il Giorno da Parigi.

1963 - Assume la segreteria del partito radicale.

1965 - Inizia la campagna divorzista con Loris Fortuna.

1968 - Viene arrestato a Sofia dove protesta per l'invasione della Cecoslovacchia. Primo grande digiuno gandhiano.

1973 - Fonda e dirige il quotidiano Liberazione.

1974 - Conduce la campagna per il no all'abrogazione del divorzio.

1975 - Inizia la battaglia per la depenalizzazione delle droghe, facendosi arrestare per aver fumato uno spinello in pubblico.

1976 - Entra per la prima volta alla Camera come deputato, sarà rieletto nel '79, nell'83 e nell'87.

1977 - A maggio durante una manifestazione referendaria non violenta dei radicali viene uccisa Giorgiana Masi.

1979 - Insieme a Leonardo Sciascia viene eletto sia al parlamento europeo che alla Camera dei deputati.

1981 - Vittoria del referendum per il no all'abrogazione dell'aborto.

Fine degli Anni 80 - Trasforma il partito radicale in un partito transazionale, allargando il campo delle sue battaglie alla lotta contro la pena di morte e contro la fame nel mondo.

1992 - Si presenta alle elezioni politiche con la lista Pannella, ottiene 1,2% dei voti e 7 deputati. Viene eletto presidente della circoscrizione di Ostia e lo rimarrà per circa 100 giorni, fino alle dimissioni volontarie nel 1993.

1994 - Si allea con Silvio Berlusconi. Ottiene la nomina di Emma Bonino come commissario europeo con il sostegno di Forza Italia. L'alleanza con il centrodestra dura fino al 2001.

2001 - Fonda il movimento politico Radicali italiani, sezione italiana del Partito radicale transnazionale.

2002 - Pannella promuove, con l'ex docente universitario Luca Coscioni, colpito da sclerosi laterale amiotrofica, l'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica.

2006 - Alle elezioni politiche sostiene Prodi.

2008 - Si allea con il Pd, permettendo a nove radicali di entrare in parlamento con le liste dei democratici.

20 aprile - 19 luglio 2011 - Sciopero della fame e della sete per un'amnistia contro le condizioni dei detenuti nelle carceri italiane.

2009 - Lancia un manifesto su La peste italiana, «contro la partitocrazia e la distruzione delle regole democratiche e dello stato di diritto».

2014 - Campagna per la Riforma della giustizia e per l'Amnistia.

2015 - Diventa centrale la Campagna per il diritto umano alla conoscenza avviata già nel 2002.

2016 - La malattia, un tumore che non gli ha dato tregua negli ultimi anni, lo costringe a casa, dove continua a lavorare e a ricevere tanti ospiti, molti esponenti di spicco della politica. Fino all'epilogo del 18 maggio, con il ricovero d'urgenza in una clinica privata romana dopo che alcune funzioni vitali si erano praticamente fermate. E il 19 maggio l'annuncio della morte dato in diretta da Radio Radicale alle 14.16.

Correlati

Potresti esserti perso