Sigarette 160519122748
LEGGI 20 Maggio Mag 2016 2013 20 maggio 2016

Sigarette, le novità introdotte dalla direttiva Ue

Foto choc, scritte, pacchetti da 20. Così l'Unione europea prova a combattere il tabagismo.

  • ...

Sui pacchetti di sigarette, che saranno solo da 20, arrivano immagini e frasi sempre più esplicite. E spariscono le aromatizzate.
La direttiva sui prodotti del tabacco, approvata nel 2014, entra in vigore in tutta Europa. E l'Italia è tra gli 11 Paesi che l'hanno già recepita (con Germania, Malta, Portogallo, Slovacchia, Belgio, Estonia, Lituania, Lettonia, Bulgaria e Regno Unito).
«Mi congratulo con i Paesi che hanno già trasposto la direttiva, e incoraggio un'applicazione efficace delle nuove regole in tutti gli Stati membri senza alcun ritardo», ha commentato il commissario Ue alla Salute, Vytenis Andriukaitis. «Sono convinto che questo accadrà».
IL FUMO UCCIDE 700 MILA PERSONE ALL'ANNO. Secondo il commissario, «il tabacco è la causa del maggior numero di decessi prematuri nell'Unione europea. Settecentomila persone muoiono ogni anno per questo motivo. È come se ogni anno una popolazione più numerosa di quella maltese sparisse dall'Ue. Il fumo costa all'Ue 544 miliardi di euro l'anno, una riduzione del consumo di tabacco del 2% si tradurrebbe in un risparmio annuale per il sistema sanitario Ue di circa 506 milioni di euro».
Ed è a questo che punta la nuova direttiva. Ecco cosa cambia.

FOTO CHOC SUI PACCHETTI. Il 65% della parte anteriore e posteriore dei pacchetti di sigarette deve essere coperto da immagini e scritte con avvertimenti sanitari sulla pericolosità del fumo. Anche il 50% dei lati sarà occupato da scritte come «il fumo uccide», che sostituiranno le attuali indicazioni su catrame, nicotina e monossido di carbonio. Regole analoghe saranno valide anche per i pacchetti di tabacco da arrotolare.

STOP ALLE CONFEZIONI DA 10. Vietate le confezioni considerate accattivanti per i consumatori, e in particolare per i giovani. Ogni pacchetto deve essere di forma parallelepipeda e contenere un minimo di 20 sigarette. Scompaiono quindi le confezioni da 10.

ADDIO AGLI AROMATIZZANTI. La direttiva sancisce la graduale scomparsa dal mercato di sigarette e tabacco aromatizzati. Passato un periodo di transizione di quattro anni, sugli scaffali non si troveranno più, ad esempio, le sigarette al mentolo.

LIMITI ALLA NICOTINA NELLE SIGARETTE ELETTRONICHE. La direttiva stabilisce un tenore massimo di concentrazione di nicotina, un volume massimo delle cartucce, dei serbatoi e dei contenitori di liquidi, che dovranno anche avere una chiusura a prova di bambino.
Obbligatorio anche l'inserimento di avvertimenti sanitari sulle confezioni, e non saranno ammessi elementi promozionali.
I produttori dovranno invece notificare i nuovi prodotti agli Stati membri prima di immetterli sul mercato.
Diverse decisioni sulle sigarette elettroniche verranno comunque lasciate nelle mani dei singoli Paesi.

Correlati

Potresti esserti perso