Renzi Alema 140228213320
INDISCREZIONE 15 Giugno Giu 2016 0906 15 giugno 2016

D'Alema contro Renzi: «A Roma voterò per Raggi»

L'endorsement in un retroscena pubblicato da Repubblica: «Pur di mandare a casa Matteo, appoggerei Lucifero». Ma l'ex premier smentisce: «Frasi mai pronunciate».

  • ...

Un retroscena romano su Massimo D’Alema sta scatenando il dibattito e la polemica politica, nella Capitale e dentro al Partito democratico.
Il ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti si avvicina, con il suo carico di tensioni e la possibile sconfitta del soldato Giac.
Ed ecco allora che Baffino sarebbe entrato a gamba tesa nella tenzone elettorale, facendo un endorsement 'privato' per la grillina in funzione anti-renziana.
Con un sorrisetto, scrive la Repubblica, D'Alema avrebbe detto ai fedelissimi: «Voto per la Raggi e invito chi mi chiede un consiglio a fare altrettanto». Con l'obiettivo di dare una spallata al governo del segretario dem, sarebbe disposto a votare persino «Lucifero».
D'ALEMA SMENTISCE: «ARTICOLO FALSO». Tutto ufficioso, perché «non vi è traccia di dichiarazioni ufficiali», precisa il quotidiano diretto da Mario Calabresi. Sia come sia, la replica dello stato maggiore del Pd non si è fatta attendere. Deborah Serracchiani si è limitata a un generico «sfasciare è inutile», mentre Matteo Orfini ha chiesto su Twitter una rapida smentita. Che è arrivata poco dopo, attraverso un comunicato dalla portavoce di D'Alema, Daniela Reggiani: «L'articolo pubblicato da Repubblica è falso. I numerosi virgolettati riportati, a cominciare dal titolo, corrispondono a frasi mai pronunciate. D'altra parte, l'autore non precisa né dove, né quando, né con chi sarebbero state dette. Le riunioni di cui si parla non si sono mai svolte. La ricostruzione è frutto della fantasia del cronista e della volontà dei suoi mandanti. D'Alema, che è quasi sempre all'estero, non ha avuto modo di occuparsi della campagna elettorale di Roma».

Tweet riguardo #dalema

Correlati

Potresti esserti perso