Roberto Dipiazza 160620101609
ELEZIONI 20 Giugno Giu 2016 1016 20 giugno 2016

Ballottaggi 2016, i risultati a Trieste e nei capoluoghi di provincia

Il centrodestra, sconfitto nei cinque grandi centri, vince nella città della Bora e in altri otto centri. Il M5s a Carbonia. Il centrodestra conquista Varese e Caserta, ma tiene solo a Ravenna e cede 11 comuni.

  • ...

Roberto Dipiazza, nuovo sindaco di Trieste.

Domenica 19 giugno si è votato a Milano, Roma, Napoli, Torino e Bologna. Ma anche a Trieste e in altri 14 i capoluoghi di provincia. Il centrodestra, sconfitto nelle cinque città principali, si è rifatto portandosi a casa il capoluogo del Friuli Venezia-Giulia e altri otto centri, strappandone sette di questi al centrosinistra.
MASTELLA SINDACO A BENEVENTO. E se a Benevento l'ha spuntata una vecchia conoscenza della politica nazionale come Clemente Mastella, a Isernia il ballottaggio è stato tutto un derby tra Fratelli d'Italia e Forza Italia, con il successo dello schieramento più a destra e del suo candidato Giacomo D'Apollonio.
A TRIESTE TORNA DIPIAZZA. Trieste è tornata al centrodestra grazie al suo vecchio sindaco Roberto Dipiazza che, dopo cinque anni di assenza «forzata» successivi a 10 anni da primo cittadino, si è ripreso la poltrona lasciata nel 2011 al centrosinistra di Roberto Cosolini.
La vittoria di Dipiazza al ballottaggio, con il 52,6%, ha confermato il successo del primo turno, quando aveva ottenuto il 40,8% a fronte del 29,2% di Cosolini. E proprio il sindaco uscente è stato tra i primi a congratularsi con Dipiazza, prima con una telefonata e poi recandosi di persona in municipio per stringergli la mano.
CARBONIA AL M5S. «Adesso ci metteremo subito al lavoro per la città e per la gente», ha detto il nuovo sindaco ringraziando gli elettori.
Il centrosinistra si è preso Caserta e Varese, e ha tenuto a Ravenna. A Carbonia si è imposto il Movimento 5 stelle.

I risultati comune per comune

TRIESTE. Roberto Dipiazza (centrodestra) si impone col 52,6%. Fermo al 47,4% il sindaco uscente Roberto Cosolini.

BENEVENTO. Clemente Mastella (centrodestra) è il sindaco con il 62,88% delle preferenze, mentre il candidato del centrosinistra Raffaele Del Vecchio si è fermato al 37,13%.

BRINDISI. Carluccio Angela (liste civiche) è sindaco con il 51,13% delle preferenze, mentre il candidato di centrosinistra Fernando Marino si è fermato al 48,87%.

CARBONIA. Paola Massidda (M5s) è il nuovo sindaco con il 61,60% dei voti mentre Giuseppe Casti (Pd) ha ottenuto il 38,40%.

CASERTA. Carlo Marino (centrosinistra) è sindaco con il 62,74% mentre Riccardo Ventre si è fermato al 37,26%.

CROTONE. Ugo Pugliese (centrodestra) è il nuovo sindaco con il 59,27% mentre Rosanna Barbieri ha ottenuto il 40,73% dei voti.

GROSSETO. Antonfrancesco Vivarelli Colonna (centrodestra) è sindaco con il 54,88%, mentre Lorenzo Mascagni (centrosinistra) ha preso il 45,12% delle preferenze. -

ISERNIA. Giacomo D'Apollonio è sindaco con il 59% (Fratelli d'Italia), mentre Gabriele Melogli (Forza Italia) ha ottenuto il 41% delle preferenze.

LATINA. Eletto Damiano Coletta con il 75,05% (liste civiche), mentre Nicola Calandrini ha ottenuto solo il 24,95% delle preferenze.

NOVARA. Alessandro Canelli sostenuto (centrodestra) è il nuovo sindaco con il 57,77%, mentre lo sfidante di centrosinistra Andrea Ballarè ha preso il 42,23% dei voti. -

OLBIA. Settimo Nizzi (centrodestra) è il nuovo sindaco con il 50,71% delle preferenze dopo un testa a testa che ha visto lo sfidante del centrosinistra Carlo Careddu ottenere il 49,29% dei voti. -

PORDENONE. Alessandro Ciriani (centrodestra) è stato eletto sindaco con il 58,8%, mentre Daniela Giust si è fermata al 41,2%. -

RAVENNA. Il candidato (centrosinistra) Michele De Pascale è sindaco con il 53,32% contro il 46,68% dello sfidante Massimiliano Alberghini. -

SAVONA. Ilaria Caprioglio (Lega) è il nuovo sindaco con il 52,85% mentre la sfidante del centrosinistra Cristina Battaglia si è fermata al 47,15%.

VARESE. Davide Galimberti (centrosinistra) è il sindaco con il 51,8%; ha battuto il candidato del centrodestra Paolo Orrigoni che si è fermato al 48,2%.

I passaggi di consegne tra schieramenti

TRIESTE. Da centrosinistra a centrodestra.

BENEVENTO. Da centrosinistra a centrodestra.

BRINDISI. Dal centrosinistra a liste civiche.

CARBONIA. Da centrosinistra a Movimento 5 stelle.

CASERTA. Da centrodestra a centrosinistra.

CROTONE. Da centrosinistra a liste civiche.

GROSSETO. Da centrosinistra a centrodestra.

ISERNIA. Da centrosinistra a destra.

LATINA. Da centrodestra a liste civiche

NOVARA. Da centrosinistra a centrodestra.

OLBIA. Da centrosinistra a centrodestra.

PORDENONE. Da centrosinistra a centrodestra.

RAVENNA. Da centrosinistra a centrosinistra.

SAVONA. Da centrosinistra a centrodestra.

VARESE. Da centrodestra a centrosinistra.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso