Berlino 160628183148
CONSEGUENZE DEL VOTO 28 Giugno Giu 2016 1832 28 giugno 2016

Brexit, a Berlino è boom del mercato immobiliare

Aziende e lavoratori in fuga da Londra fanno volare i prezzi del mattone.

  • ...

Una veduta di Berlino, capitale della Germania.

Il mattone comincia a costar caro pure a Berlino, dove il mercato immobiliare è decollato, con prezzi in rapida ascesa, nel giro di pochi giorni. Effetti collaterali della Brexit e delle sue possibili conseguenze, prima fra tutte l'ipotizzato esodo di imprese e forza lavoro, con nuovi uffici che potrebbero essere aperti nella capitale tedesca e nuovi dipendenti da ospitare.
Il trend, avviato dagli agenti immobiliari a urne ancora calde, è proseguito anche nei giorni successivi, e i prezzi, già in salita da qualche anno, stanno repentinamente lievitando.
NUOVA CAPITALE FINANZIARIA. Con l'uscita ormai certa di Londra dall'Ue, Berlino appare sempre più come candidata a essere la nuova capitale finanziaria dell'Unione. Per cui, ora qui tutti cercano casa. E, scommettono gli agenti immobiliari locali, saranno in tanti a trasferirsi dalle rive del Tamigi a quelle della Sprea.
Se lo faranno in fretta, potranno ancora acquistare con quanto hanno speso per comprare due camere e cucina in una semiperiferia di Londra un enorme appartamento in una buona zona della capitale tedesca. E a Berlino ora guardano sempre più arabi e russi, proprio quelli che offrendo cifre impossibili hanno fatto impazzire il mercato immobiliare londinese. Basti pensare che nel 2015 un flat 'camera e cucina' a Hyde Park è stato venduto alla cifra record di 10 milioni di sterline.
Ricconi che avevano fatto man bassa di appartamenti a Londra e che ora potrebbero decidere di lasciare la capitale britannica, spostando i propri soldi a Berlino.
RICHIESTA ARRIVATE GIÀ PRIMA DEL VOTO. Il processo sembra tutt'altro che lento. «Già qualche settimana prima del referendum», ha raccontato un agente immobiliare di Mitte, il quartiere centrale di Berlino, «una multinazionale che ha il quartier generale a Londra mi ha chiesto di trovare un intero edificio nella mia zona. Per ora la disponibilità c'è, anche perché dopo la riunificazione dell'Est con l'Ovest qui si è costruito tantissimo».
All'inizio i prezzi erano veramente bassi. Ora in zone come Prenzlauer Berg siamo già sui 5 mila euro a metro quadrato. «La Germania ora è il posto più sicuro per fare investimenti, e ci aspettiamo sempre più richieste da investitori istituzionali, ma anche da privati, soprattutto provenienti dal Regno Unito», ha detto Andreas Mattner, presidente dell'associazione degli agenti immobiliari indipendenti tedeschi. Anche perché, viene fatto notare, malgrado i prezzi siano cresciuti da qualche anno a questa parte, il mercato immobiliare berlinese è ancora appetibile e sottovalutato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso