Banche: Boschi, chiarito, misura è colma
MAMBO 12 Maggio Mag 2017 1007 12 maggio 2017

Boschi è diventata la palla al piede di Renzi e del renzismo

Come la Raggi per il M5s, il sottosegretario nuoce al suo partito per incapacità e inutilità.

  • ...

La querelle sulla Boschi ha diversi aspetti. In primo luogo registriamo che gli avocati della sottosegretaria non hanno ancora inoltrato querela contro De Bortoli. In secondo luogo che Ghizzoni, al vertice di Unicredit ai tempi di cui si parla, non ha smentito l'ex direttore del Corsera. Terzo che Giorgio Meletti, ottimo giornalista del Fatto, da giorni accumula indizi attorno al gran daffare della ministra sul caso Etruria.

SU ETRURIA VERITÀ DIVERSE A CONFRONTO. Di passaggio c'è anche un dibattito singolare e francamente cretino aperto da quelli che si chiedono perché De Bortoli ne abbia scritto solo ora, perché non ne ha parlato prima sul suo ex giornale, ecc.. Addolora leggere queste cose scritte da giornalisti. Comunque vada, il dato di partenza politico è che l'onorevole Boschi avrebbe detto al parlamento una verità diversa da quella che è stata poi portata alla luce: si è occupata di Etruria, anche se in una intercettazione risulta che il suo intervento non era gradito dai dirigenti di Etruria che volevano un abboccamento direttamente con Renzi (Meletti, 12 maggio 2017).

La politica di questi ragazzi di sovrana incompetenza non prevede prigionieri. Se caschi ti fai male e non ti rialzi più. Boschi lo sa

Il secondo dato è che l'onorevole Boschi è diventata la palla al piede di Renzi e del renzismo. Il fallimento del referendum, l'inesistenza di qualsiasi segno di sua attività o utilità verso il Paese e il governo, fanno di lei la Raggi del Pd. Cioè una personcina che danneggia il suo partito. Nel caso della Boschi appare anche allarmante che lei disponga di un grande potere interno al governo a fronte di capacità del tutto ignote. Questo aspetto della questione dovrebbe mitigare un certo giovanilismo facile. Si va nei ruoli apicali e in incarichi di responsabilità non per via dell'età ma per merito della preparazione. Sono convinto che via siano coetanee della Boschi in grado di far bene nel governo. Lei no.

MARIA ELENA HA PAURA DI ESSERE ROTTAMATA. È comprensibile che Renzi la difenda. Sorvolo sui tanti pettegolezzi. Il segretario del Pd fa bene a difendere una persona che l'ha accompagnato nella sua ascesa. Tuttavia questa persona oggi frena non già l'ascesa, che è finita, ma persino il mantenimento dello status quo. Perchè Renzi così attento a se stesso e alla propria carriera non se ne vuole accorgere? La chiave del rifiuto della Boschi di dare le dimissioni sta, però, in un altro ragionamento ovvero in una altro scenario da lei stessa, o da quelli come lei, creato. La politica di questi ragazzi di sovrana incompetenza non prevede prigionieri. Se caschi ti fai male e non ti rialzi più. Boschi sa che se cascherà tornerà nell'anonimato, forse per una brillante carriera da avvocata e nulla più. Addio ricchi premi e cotillon. In altri tempi la politica era dura ma dava diritto di replica agli sconfitti anche perchè generalmente gli sconfitti erano personale di qualità. Oggi la politica è incattivita e fatta da persone cattive che non possono cascare perchè a quel punto non si rialzano più e più spesso vengono definitivamente calpestate. Si arrangino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati