Berlusconi
13 Maggio Mag 2017 1750 13 maggio 2017

Berlusconi promette pensione per tutti a 1000 euro

L'ex Cav rilancia sugli assegni minimi. Tredicesima compresa. E dichiara: «Abbiamo dimostrato di mantenere le promesse».

  • ...

Da meno tasse per tutti, a piùù pensioni per tutti: ecco Silvio Berlusconi reloaded, dalla discesa in campo del 1994 alla campagna del 2017. Il leader di Forza Italia torna alle promesse da campagna elettorale e in un messaggio ad un convengno in corso a Monza, annuncia che con Fi al governo gli assegni per gli anziani saranno come minimo di 1000 euro, tredicesima compresa.

MILLE EURO NON TASSABILI PER 13 MESI. «Tutti hanno diritto di vivere la propria vecchiaia in maniera decorosa, senza preoccupazioni e senza privazioni materiali o morali. Per questo garantiremo a tutti una pensione minima di 1000 euro non tassabili per 13 mensilità, restituendo a tutti gli anziani la dignità del loro passato di protagonisti nella società, per il valore umano e l'esperienza di cui sono portatori», ha annunciato Berlusconi nel messaggio recapitato a Monza.

«QUELLO CHE PROMETTIAMO, MANTERREMO». Forza Italia punta a un patto con l'elettorato anziano, con una narrazione opposta rispetto alla rottamazione del giovane Renzi «Sono le auto che si rottamano, non le persone. Associare la rottamazione agli esseri umani fa rabbrividire: tutte le donne e tutti gli uomini hanno la medesima dignità qualunque sia la loro età», ha detto il leader di Fi. Che per rispondere a chi sollevava legittimi dubbi sulla realizzazione della proposta, ha dichiarato: «Quello che garantiamo sull'aumento delle pensioni minime, sull'abrogazione delle tasse sulla casa, sulle donazioni, sulla successione noi lo manterremo. Noi lo possiamo promettere in modo assolutamente credibile perché lo abbiamo già fatto quando eravamo al Governo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati