Dai che è verde

Trump Putin
18 Maggio Mag 2017 0922 18 maggio 2017

L'attrazione fatale tra Putin e Trump è fatale soprattutto per noi

Il binomio amoroso tra i due genera un cascar di bombe di qua e di là. Forse il mondo sarebbe più sicuro se si guardassero in cagnesco.

  • ...

Ce ne metterò di tempo prima di preoccuparmi per le eventuali conseguenze sulla politica mondiale della travolgente attrazione reciproca fra il presidente degli Stati Uniti e il leader russo. Anzi, dopo lo scioglimento di Brangelina, è Trumputin il binomio amoroso che mi fa battere il cuore. Ho passato metà della mia vita a immaginarmi i capi delle due superpotenze come nel video di Two Tribes, una vecchia canzone dei Frankie Goes To Hollywood: due lottatori pronti ad avventarsi l’uno sull’altro, bramosi di strapparsi le orecchie a morsi. «Quando due tribù vanno alla guerra, un punto è tutto quel che puoi segnare». E adesso che più che strapparsele, le orecchie sembrano volersele mordicchiare affettuosamente davanti a tutto il mondo, non mi sembra vero, è un sogno fantapolitico infantile che si avvera.

UN LOVE-AFFARI SERIO. E Trumputin non è un fuoco di paglia, come quando Carter e Breznev si baciarono sulla bocca dopo gli accordi Salt-II del 1979, è una cosa seria. Trump sta rischiando la poltrona per aver voluto insabbiare il suo love-affair pre-elettorale con Mosca. Non solo: si è chiuso nello Studio Ovale con il ministro degli Esteri russo e nell’eccitazione gli ha schizzato addosso informazioni segrete. Questo sì che è un dettaglio hot, altro che il vestito macchiato di Monica Lewinsky. E Putin che afferma «non abbiamo niente da nascondere», come una celebrity beccata a tubare con un’altra celebrity all’insaputa dei rispettivi coniugi, bè, è disarmante.

più che strapparsele, le orecchie sembrano volersele mordicchiare affettuosamente davanti a tutto il mondo

Purtroppo disarmante solo per noi, non per gli interessati, che al disarmo bilaterale non ci pensano proprio, anzi, spediscono bombe di qua e di là. Il mondo sarebbe più sicuro se si guardassero di nuovo in cagnesco, come il finto Reagan e il finto Cernenko sul ring di Two Tribes? O siamo più in pericolo ora che i capitribù si mandano bacini da un continente all’altro, si coprono a vicenda e identificano l’impero del male solo nella libera informazione? Per chi è cresciuto nell’ultimo scorcio della Guerra fredda è difficile raccapezzarsi. E sarebbe una beffa crudele scoprire che l’attrazione fatale fra due leader mondiali può essere realmente, maledettamente fatale soprattutto per noi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso