Arosio
12 Luglio Lug 2017 1142 12 luglio 2017

Cantù, il neosindaco decade per l'appalto del fratello

Edgardo Arosio, eletto con la Lega alle amministrative, è incompatibile con la carica: la società di pompe funebri dei familiari non ha rinunciato al contratto pubblico. Si torna alle urne.

  • ...

Il neo-sindaco leghista di Cantù Edgardo Arosio è incompatibile con la carica e il comune in provincia di Como dovrà tornare alle urne a meno di un mese dal voto. È emerso infatti che la società di pompe funebri Zanfrini, che appartiene al fratello e alla cognata di Arosio, ha un appalto con il Comune e in base al regolamento non possono ricoprire la carica di sindaco coloro che hanno ascendenti o discendenti, ovvero parenti o affini fino al secondo grado, che «coprano nelle rispettive amministrazioni il posto di appaltatore di lavori o di servizi comunali o provinciali o in qualunque modo loro fideiussore».

LA SOCIETÀ: «TUTELIAMO I DIPENDENTI E L'AZIENDA». La Zanfrini ha precisato di non avere nessuna intenzione di rinunciare all’appalto, che era l'unica strada percorribile per togliere il problema dell'incompatibilità. «La società», spiega una nota dei legali, «precisa di aver dovuto sostenere investimenti sia prima che in seguito all’aggiudicazione dell’appalto ed ha pertanto necessità di tutelare sia gli interessi occupazionali del proprio personale che gli interessi imprenditoriali propri in forza della tradizione e serietà che la contraddistingue».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso