Migranti:169 su barcone,soccorsi in mare

Emergenza migranti

Oxfam, G7 influenzato da Trump
MAMBO 17 Luglio Lug 2017 0928 17 luglio 2017

Sui migranti la destra è ignobile: Renzi la imita, Gentiloni è immobile

I partiti anti-profughi avvelenano il dibattito annunciando invasioni che non esistono e fingendosi non razzisti. Ma a sinistra il problema è troppo grande per una classe dirigente troppo modesta.

  • ...

Viene tristezza di fronte a una classe dirigente che accetta il collegamento della destra fra ius soli e ondata immigratoria. Chiunque conosca la questione, che, essendo semplicissima, è comprensibile per chiunque, sa che lo ius soli allarga la cittadinanza e i diritti civili per ragazzi che già vivono in Italia con genitori con permesso di residenza di almeno cinque anni. Bambini che vivono con i nostri.

LA POCHEZZA POLITICA ITALIANA. L’ondata immigratoria è invece un fenomeno epocale che tutti i continenti, nelle diverse stagioni della storia, hanno conosciuto. L’Italia è obiettivamente incastrata dalla sua posizione geografica e dalla pochezza politica della sua classe dirigente. Non ha il coraggio di dire i “sì” necessari e i “no” indispensabili. Oggi si trova persino di fronte alla beffa di navi militari di Stati europei che si fermano nei nostri porti non già per un primo accudimento di persone in difficoltà per poi proseguire verso il proprio Paese, ma per far scendere a terra in Italia coloro che hanno, obbligatoriamente e virtuosamente, raccolto in mare.

LA PARTITA IGNOBILE DELLA DESTRA. La destra sta giocando la partita più ignobile della sua lunga storia. Agita invasioni che numericamente non sono ancora preoccupanti. Si finge non razzista con lo slogan, sciaguratamente adottato da Matteo Renzi, che dice «aiutiamoli a casa loro», non sa proporre altro che un respingimento pieno di rischi umani e morali e immagina un contrasto militare contro l’esercito disarmato di derelitti nei Paesi in cui si imbarcano i profughi, oppure vuole affidare il blocco degli imbarchi a governi di scarsa moralità.

Gli italiani dovrebbero sapere, e la sinistra dovrebbe dirglielo, che la destra non sa come risolvere il problema e che quando andò al governo e fu costretta ad affrontarlo approvò la più grande sanatoria della storia.

Non è vero che l’alternativa sia accoglierli tutti o respingerli tutti. È una immane stupidaggine, però, sostenere che un problema di oggi possa essere risolto con misure che pretendono decenni per rivelarsi efficaci. Gli italiani dovrebbero sapere, e la sinistra dovrebbe dirglielo, che la destra non sa come risolvere il problema e che quando andò al governo e fu costretta ad affrontarlo approvò la più grande sanatoria della storia.

L'AUT AUT CHE DOVREBBE DARE L'ITALIA. Il tema è l’autorevolezza delle nostre classi dirigenti. Da tempo sostengo che Paolo Gentiloni, che è un uomo di esperienza, dovrebbe dire drammaticamente all’Europa di Merkel e Macron, lascerei perdere alcuni governi fascisti dell’Est, che l’Italia può reggere solo se aiutata, altrimenti il governo si dimette e toccherà a Francia e Germania avere a che fare con Salvini e Di Maio.

PARLAMENTARI E CARICHE NON ALL'ALTEZZA DEL COMPITO. Vogliono la nostra resa, si becchino allora questi facinorosi al governo della Repubblica. Invece no, si preferisce il giochetto parlamentare del rinvio che non sana i contrasti, non frena la xenofobia, tanto meno risolve il problema. Purtroppo siamo di fronte a un problema troppo grande per una classe dirigente troppo modesta. Per fortuna ci sono associazioni, strutture degli apparati di forza dello Stato, sindaci che sono all’altezza del problema storico. Perché con questi ministri, premier e aspiranti ministri e premier, noi siano già un Paese finito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati