Stretta assenze P.a., 300 mila controlli
30 Agosto Ago 2017 1400 30 agosto 2017

Visite fiscali, Boeri: «Fasce di reperibilità di sette ore anche per i privati»

La proposta del presidente dell'Inps per uniformare i controlli. I giorni di malattia nel settore pubblico sono in media 11 per ogni lavoratore: 9,8 nel Nord-Est e 13 al Sud. E nel 9,7% dei casi interessati da visite d'ufficio, il "malato" non è in casa.

  • ...

Le fasce di reperibilità nei giorni di malattia dei lavoratori privati dovrebbero essere equiparate a quelle dei dipendenti pubblici, passando da quattro a sette ore. La proposta è del presidente dell'Inps, Tito Boeri, che sottolinea come un provvedimento del genere garantirebbe uniformità nei controlli. Al momento le fasce di reperibilità nel settore privato vanno dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, mentre quelle del pubblico impiego vanno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. Uniformare le fasce, secondo Boeri, sarebbe auspicabile anche alla luce del fatto che a partire dal 1° settembre l'Inps avvierà il Polo unico delle visite di controllo.

STRETTA SULLE ASSENZE PER MALATTIA DEGLI STATALI. Parallelamente si prevede una stretta sulle malattie dei dipendenti pubblici. La percentuale delle visite, ha spiegato infatti il presidente dell'Inps, dovrebbe essere molto superiore a quella del settore privato, che al momento riguarda il 5% dei certificati medici presentati. L'obiettivo è superare le 300 mila visite, a fronte di circa sei milioni di certificati presentati nel 2015 per meno di tre milioni di lavoratori.

SENSIBILE DIFFORMITÀ A LIVELLO REGIONALE. Finora l'Inps poteva fare visite di controllo ai dipendenti pubblici solo su richiesta delle amministrazioni datrici di lavoro, non d'ufficio. Una situazione che secondo Boeri ha contribuito a produrre una «sensibile difformità a livello regionale nelle percentuali di assenza dei lavoratori pubblici», in assenza di un Polo unico di controllo.

COSA RIVELANO I CONTROLLI. I giorni di malattia per lavoratore nel settore pubblico sono in media 11, risultato di 9,8 giorni medi nel Nord-Est e 13 al Sud (dati del 2015). Ma cosa hanno appurato i medici dell'Inps visitando i dipendenti pubblici su richiesta del datore di lavoro? Su circa 20 mila visite totali, nella metà dei casi si è riscontrata l'idoneità al ritorno al lavoro. E nel 9,7% delle visite d'ufficio il lavoratore non era in casa. Nel privato, invece, i giorni medi di malattia sono 5.

NUOVO BANDO PER ASSUMERE MEDICI FISCALI. Venendo alle risorse a disposizione per il Polo unico, al momento per le visite fiscali ai dipendenti statali ci sono 17,5 milioni di euro, ma a regime nel 2019 ci saranno 50 milioni. Non è escluso quindi che i controlli sui lavoratori pubblici possano arrivare ad essere molto superiori al livello attuale dei privati, sfiorando le 500 mila visite. Le visite si concentreranno nei giorni nei quali le assenze sono più frequenti, vicino al weekend e alle festività, e sui casi di storia personale nei quali è più probabile l'abuso. «Le visite saranno mirate», ha spiegato Boeri, «abbiamo problemi di carenza di medici fiscali in alcune regioni, faremo un bando per nuovi medici al quale estendere la convenzione». Dal Polo unico saranno escluse la polizia, le forze armate e i vigili del fuoco (leggi anche: Lavoro, possibili visite fiscali a ripetizione vicino alle festività).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso