Raggi
1 Settembre Set 2017 1351 01 settembre 2017

Sgomberi, vertice Minniti-Raggi: «Incontro costruttivo»

Il ministro dell'Interno e la sindaca della capitale hanno diramato una nuota congiunta sostenendo che è necessaria una maggiore «collaborazione interistituzionale». E la sindaca propone di usare immobili sfitti e caserme.

  • ...

Si è svolto «in un clima pienamente costruttivo» l'incontro del primo settembre al Viminale tra il ministro dell'Interno, Marco Minniti, e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. I due, si legge in una nota congiunta, «hanno convenuto sull'importanza di una collaborazione interistituzionale, come quella già in corso con la Regione, per affrontare il tema dell'emergenza abitativa, delle politiche migratorie e dell'accoglienza, stabilendo delle priorità nel rispetto dei principi di legalità e di umanità». Il ministro Minniti «ha illustrato le linee guida in via di definizione da parte del ministero, fondate su due pilastri, uno nazionale e uno territoriale a partire dalle Città Metropolitane per affrontare il problema degli sgomberi e il tema delle fragilità sociali».

RAGGI: «USARE CASERME E CASE VUOTE». La sindaca Raggi lasciando il Viminale ha spiegato di aver portato al ministro due proposte una riguardante le caserme «che hanno peraltro gli alloggi di servizio e che quindi potrebbero essere riadattate per abbassare le liste di attesa» e l'altra legata alla riattivazione del mercato immobiliare: «A Roma abbiamo oltre 200mila case tra sfitte e invendute, questo consentirebbe da un lato di abbattere le liste di attesa e dall'altro di riattivare un settore economico in grave crisi da parecchi anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso