Minniti Gentiloni
MAMBO 14 Settembre Set 2017 1129 14 settembre 2017

Dal caso Regeni ai migranti: è un governo cinico e senz'anima

Si riapre all’Egitto solo perché ci serve. Si bloccano i profughi affidandoli agli scafisti che prima li portavano qui e oggi li rinchiudono nei lager. Dove sono finite dignità e umanità?

  • ...

L’arresto in Egitto dell’avvocato di Giulio Regeni a pochi giorni dall’invio dell’ambasciatore italiano al Cairo è cosa molto grave. Finora non si è letta alcuna presa di posizione del governo italiano. Eppure siamo di fronte a una sfida verso di noi senza precedenti. Non solo. Con quell’arresto il governo italiano si è fatto ridicolizzare dai suoi interlocutori egiziani. Da quel che è emerso finora sappiamo che Regeni è stato ucciso da uomini degli apparati di sicurezza che volevano dare un segnale agli stranieri troppo coinvolti nelle cose egiziane. Regeni è stato anche tradito dai suoi interlocutori egiziani. C’è un forte dubbio, infine, sulla correttezza degli insegnanti che lo hanno inviato laggiù. Le torture a cui è stato sottoposto rivelano la ferocia dei suoi rapitori e fanno capo a una attività di cui sono responsabili i governanti egiziani. Se il rapimento e l’uccisione di Giulio facciano parte o no di uno scontro interno agli apparati e al governo è cosa per noi irrilevante.

ALTRO CHE QUALCHE VOTO: COSÌ SI PERDE L'ANIMA. C’è una responsabilità del vertice dello Stato egiziano. Di fronte a questo sarebbe stato onorevole che l’Italia avesse mandato il suo ambasciatore a riaprire la sede “dopo” atti significativi del governo egiziano rivolti a fare luce sulla tristissima vicenda. Non si può avere una visione politica così cinica per cui si riapre all’Egitto solo perché ci serve, senza ristabilire una correttezza verso il nostro Paese e un suo figlio. C’è, infatti, troppo cinismo nella politica estera di questo governo. Marco Minniti ha ormai solo apologeti ma cos’è se non cinismo l’aver bloccato i migranti affidandoli agli stessi scafisti che prima li portavano qui e oggi li rinchiudono nei lager? Cos’ è questa politica che ora mostra preoccupazione verbale verso i morti che ci sono nei campi libici ma non fa nulla per impedirle? Non date retta a Vittorio Feltri e a Maurizio Belpietro. La politica di accoglienza può far perdere qualche voto, la politica cinica fa perdere l’anima alla sinistra.

Una parte della propaganda securitaria è impostata sulle vite umane salvate dalla morte nel Mediterraneo, come se fosse terribile morire in mare e accettabile morire nel deserto

Torniamo per un attimo al caso Regeni. Dopo l’arresto dell’avvocato sarebbe stato dignitoso sentire una parola di protesta, sarebbe stato decente da parte del ministro degli Esteri, così loquace sullo ius soli, dire parole di condanna e di minaccia su questa sfida egiziana. Non era mai accaduto che ci trattassero così a pesci in faccia. Anche la vicenda dei campi libici dimostra che i nostri interlocutori si occupano solo di un indecente scambio, voi date denaro noi deportiamo i migranti. Siamo diventati il bancomat degli scafisti ma siano incapaci di fare alcunché per non far morire nei campi tanti disgraziati. E pensare che una parte della propaganda securitaria è impostata sulle vite umane salvate dalla morte nel Mediterraneo, come se fosse terribile morire in mare e accettabile morire nel deserto. Con gli stessi assassini, gli scafisti di mare e di sabbia.

L'INDIFFERENZA AL DRAMMA UMANO. I personaggi di cui parlo, Paolo Gentiloni, Marco Minniti e Angelino Alfano, sono brave persone. Li conosco. Non ho dubbi sui loro sentimenti, ho dubbi sull’ispirazione che li muove. Se i temi che vuoi affrontare sono ispirati dalla realpolitik e dalla paura della paura che ispira l’arrivo di povera gente dall’Africa e dall’Asia, non puoi far altro che restare indifferente ai drammi umani e anche alla nostra dignità come Paese. Un Paese dignitoso, invece, non si fa trattare così, mette etica e diplomazia sullo stesso piatto, guarda all’umanità prima che ai commerci. È una visione che farà sorridere i saccenti reazionari di destra e di sinistra (ce ne sono ormai tanti!), ma una politica e un governo che non hanno umanità e dignità non vanno lontano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso