Di Maio a Cernobbio, noi ultima speranza
16 Settembre Set 2017 1524 16 settembre 2017

M5s, Di Maio accetta la candidatura a premier

Il pentastellato annuncia su Facebook: «Siamo più forti di prima. E ora dobbiamo completare l'opera: andiamo a Palazzo Chigi e facciamo risorgere l'italia». E poi cita Gandhi.

  • ...

Luigi Di Maio rompe gli indugi. La notizia è qui, più che nel contenuto del post con cui il grillino annuncia: «Oggi ho accettato la mia candidatura a premier per il Movimento 5 Stelle». Il vicepresidente della Camera ufficializza così un fatto dato per scontato ormai da tempo. E lo fa citando Gandhi: «Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci».

Come tanti di voi ho iniziato questo percorso 10 anni fa, l'8 settembre del 2007 con un banchetto. Ed è dal banchetto...

Geplaatst door op zaterdag 16 september 2017

«Come tanti di voi ho iniziato questo percorso 10 anni fa, l'8 settembre del 2007 con un banchetto», si legge nel post pubblicato su Facebook il 16 settembre. «Ed è dal banchetto dei nostri attivisti siciliani, di Caltanissetta che voglio parlarvi oggi. All'inizio non volevamo neanche entrare nelle istituzioni, pensavamo che bastasse proporre alla politica progetti validi per essere ascoltati. Ma ci hanno ignorati. Per questo abbiamo deciso di entrare nelle istituzioni dall'opposizione per far conoscere al Paese il loro indegno modo di gestire la cosa pubblica. E hanno passato il tempo a deriderci».

«FACCIAMO RISORGERE L'ITALIA». E ancora: «Quando il Movimento 5 stelle è diventato la prima forza politica del Paese, hanno avuto paura e hanno iniziato a combatterci con tutto il potere mediatico e politico che avevano a disposizione. Siamo ancora qui, più forti di prima. E ora dobbiamo completare l'opera: andiamo a Palazzo Chigi e facciamo risorgere l'italia».

«INDAGATO PER FATTO NON GRAVE». Di Maio ha parlato anche di guai giudiziari e della polemica sull'ammissione degli indagati alle Primarie M5s: «Io resto della mia idea. Chi è indagato per reati gravi non è candidabile. Se poi si è indagati come atto dovuto per una denuncia del Pd o ti becchi una querela come è accaduto a me per aver detto "i cittadini apprezzano sempre quando una forza politica allontana chi si approfitta della stessa", è evidente a chiunque sia un minimo onesto intellettualmente che la cosa cambia, che dite?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso