Pd, stop bollette a 28 giorni per tutti
diritti dei consumatori 14 Novembre Nov 2017 1745 14 novembre 2017

Bollette a 28 giorni, la tariffazione torna mensile

Via libera della commissione Bilancio del Senato all'emendamento presentato dal Partito democratico. Il provvedimento entra a far parte del decreto fiscale collegato alla Manovra.

  • ...

Le bollette a 28 giorni tornano mensili. La commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera all'emendamento presentato da Silvio Lai del Partito democratico, che prevede come standard minimo della tariffazione il periodo mensile o suoi multipli (leggi anche: Bolletta ogni 28 giorni tra legge e rimborsi: cosa fare).

INDENNIZZO FORFETTARIO DI 50 EURO. In caso di variazioni illegittime, è prevista l'applicazione di un indennizzo forfettario pari a 50 euro, maggiorato di 1 euro al giorno oltre la scadenza indicata dall'Agcom per cessare la condotta indebita. Previsto anche il raddoppio delle sanzioni, che passano da un minimo di 240 mila a un massimo di 5 milioni di euro.

A CHI SI APPLICA LO STOP. Lo stop alle bollette a 28 giorni riguarderà imprese telefoniche, operatori tv e servizi di comunicazione elettronica, con l'esclusione di promozioni non rinnovabili o di durata inferiore al mese.

LA MISURA NON RIGUARDA GAS ED ELETTRICITÀ. La misura non riguarda gas ed energia elettrica, in quanto settori già regolati da una delibera dell'Autorità per l'energia.

120 GIORNI PER ADEGUARSI. Gli operatori avranno 120 giorni per adeguarsi e dovranno garantire informazioni chiare e trasparenti sulle offerte. Per quanto riguarda internet, i provider dovranno anche precisare se la fibra ottica arriva fino al domicilio dell'utente o solo fino alla centralina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso