Cda approva dl povertà, arriva il 'Rei'
2 Gennaio Gen 2018 1813 02 gennaio 2018

Reddito di inclusione, in un mese 75 mila domande

In testa Campania e Sicilia. Nessuna richiesta dalla Puglia e dalla Provincia autonoma di Trento. I numeri dell'Inps.

  • ...

Sono 75.885 le domande di Reddito di inclusione ricevute finora dall'Inps, nel periodo compreso fra il primo dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018.

LE MAGGIORI RICHIESTE DA CAMPANIA, SICILIA E CALABRIA. Le regioni che hanno trasmesso il maggior numero di richieste sono la Campania (16.686 domande, pari al 22% del totale) e la Sicilia (16.366; 21,4%), seguite dalla Calabria (10.606; 14%). Superiori alle 5 mila le domande trasmesse da Lombardia (5.338; 7%) e Lazio (5.237; 6,9%). Nessuna domanda, invece, dalla Puglia e dalla Provincia autonoma di Trento.

PRIMO MESE DI APPLICAZIONE DELLA MISURA. I dati comunicati dall'Inps sono in primi sul Reddito di inclusione, misura di contrasto alla povertà che ha debuttato il primo dicembre scorso e che in prima battuta può abbracciare una platea di 490 mila famiglie, per un totale di circa 1,8 milioni di persone.

I CAF IN PRIMA LINEA. Sono dunque ancora parecchie le famiglie che devono prendere confidenza con il nuovo strumento e presentare la domanda. Qualche ingorgo c'è stato, visto che i Caf, presi d'assalto ai primi di dicembre, hanno chiesto un tavolo di coordinamento con il ministero del Lavoro, l'Inps e l'Anci in modo da poter assicurare una puntuale e capillare assistenza.

COME FARE DOMANDA. A regime, dopo il mese di luglio, il Reddito di inclusione potrà riguardare una platea di 700 mila famiglie, per un totale di circa 2,5 milioni di persone (leggi anche: Reddito d'inclusione, come fare domanda).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso