Pietro Grasso Liberi Uguali Mdp Si Possibile Bersani Speranza Fratoianni
11 Gennaio Gen 2018 1311 11 gennaio 2018

Elezioni, Bersani apre al Pd sulle Regionali nel Lazio e in Lombardia

L'esponente di Liberi e Uguali non esclude intese con i dem per il voto locale del 4 marzo. «Stiamo lavorando, ma nessuna ammucchiata». Grasso: «Domani prendiamo una decisione». No di Fratoianni a Gori.

  • ...

«Stiamo lavorando, faremo di tutto. L'importante è che non sia un'ammucchiata contro la destra o un accordo tra gruppi dirigenti. Serve una proposta alternativa di sinistra rispetto a quella della destra». Così ha risposto Pier Luigi Bersani ai cronisti che in Transatlantico gli chiedevano se alla fine si riuscirà a trovare un accordo con il Pd per sostenere gli stessi candidati alla corsa per la presidenza delle regioni Lazio e Lombardia.

BERSANI: «PIU' SEMPLICE L'INTESA SU ZINGARETTI». L'esponente di Liberi e Uguali ha spiegato che le due realtà sono diverse e che al momento è più semplice arrivare a un'intesa per sostenere Nicola Zingaretti nel Lazio rispetto a Giorgio Gori, candidato dem per la guida del Pirellone: «Vediamo» ha aggiunto Bersani, «serve una proposta chiara altrimenti le persone non le porti a votare».

APERTURE ANCHE DA ROSSI. Dello stesso avviso anche il presidente della Regione Toscana e esponente di Leu: «Con Gori in Lombardia è opportuno aprire un confronto sul programma, perché rispetto a Maroni non basta #faremeglio, come dice lo slogan Gori, ma si deve cambiare idee e politiche», ha scritto su Facebook. «Nel Lazio non sostenere Zingaretti, un uomo di sinistra, è un errore perché dobbiamo impedire che la Regione passi a Gasparri».

GRASSO: «DOMANI PRENDIAMO UNA DECISIONE». Più cauti i toni utilizzati dal presidente di Liberi e Uguali Pietro Grasso, interpellato in merito al dibattito interno al partito sulla necessità di stringere accordi col Pd. «Siamo un progetto politico plurale, è normale che ci siano posizioni diverse», ha detto Grasso. «Abbiamo concordato di ascoltare le indicazioni del territorio, domani ci saranno le assemblee sia in Lombardia che nel Lazio, poi prenderemo una decisione».

NO DI FRATOIANNI A GORI. Frenata invece da parte di un'altra anima di Leu. Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana ed esponente della lista guidata da Grasso ha chiuso a un'intesa con il Pd sul candidato alla Regione Lombardia Giorgio Gori. «Gli appelli non bastano, il giudizio è di merito, politico». Il 12 gennaio Fratoianni sarà Cinisello Balsamo dove seguirà i lavori dell'assemblea regionale della Lombardia di Leu. L'assemblea si terrà presso il salone della Coop Matteotti. Diverso, il discorso per il candidato nel Lazio Nicola Zingaretti dove «ci si confronta», ha spiegato Fratoianni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso