Gentiloni,non buttare risultati ottenuti
AFFONDO
12 Gennaio Gen 2018 1626 12 gennaio 2018

Roma, Gentiloni contro Raggi: «Dal Comune scarsa efficienza»

Il premier all'attacco dell'amministrazione capitolina: «Il governo pronto a collaborare, ma il nostro aiuto è accolto con riluttanza». La sindaca replica: «Servono poteri, non chiacchiere».

  • ...

Un duro affondo, quello rivolto dal premier Paolo Gentiloni, all'amministrazione capitolina. «Questa città non si governa semplicemente affrontando la sequela di emergenze che si verificano ogni settimana», ha detto il presidente del Consiglio intervenendo all'evento "Una costituente per Roma" organizzato da Roberto Giachetti al teatro di Adriano. «Intanto perchè sono talmente tante e complicate, sedimentate da tanto tempo, che anche l'amministrazione più efficiente farebbe fatica. E non mi pare che siamo in una condizione di avere il massimo dell'efficienza».

«AIUTO ACCOLTO CON RILUTTANZA». «Noi siamo il governo», ha aggiunto Gentiloni, «e non possiamo non avere uno spirito di collaborazione su Roma anche se talvolta questo aiuto è stato accolto con sospettosa riluttanza» . E ancora: «Il governo c'è, apprezza lo sforzo per dare alla città un respiro lungo e sollecita tutti ad avere per Roma l'ambizione universale che questa città merita».

«IL GOVERNO NON STA ALLA FINESTRA». Per Gentiloni «il governo non sta alla finestra e ha dato risposte alle crisi e alle difficoltà mostrate dalla capitale anche con il tavolo per Roma per il quale qualcuno ha alzato il sopracciglio. Noi siamo il governo e non possiamo non avere uno spirito di collaborazione», per ciò che concerne «la capitale d'Italia».

IL M5S: «GENTILONI NON FACCIA CAMPAGNA ELETTORALE». Pronta la replica del Movimento 5 stelle. «Gentiloni faccia il premier, non campagna elettorale», ha scritto su Facebook il capogruppo di Roma Paolo Ferrara. «La loro efficienza a governare sono i 13 miliardi di debito lasciati. Le dichiarazioni di Gentiloni sono vergognose. L'efficienza di cui parla è per caso quella dimostrata negli scorsi decenni dai governi Pd? Quell'efficienza che ha portato Roma ad avere 13 miliardi di debito? Il premier la smetta di fare campagna elettorale. Anzi non perda tempo e nomini la sindaca commissario del debito di Roma».

RAGGI: «SERVONO POTERI, NON CHIACCHIERE». A stretto giro è arrivata anche la risposta di Raggi. «Siamo in campagna elettorale, quindi ricomincia a valere il principio secondo il quale 'vince' chi urla, offende e attacca l'avversario con buona pace dei programmi. Oggi è il turno di Gentiloni contro Raggi». «Per governare questa città», ha aggiunto Raggi, «servono i poteri che hanno tutte le altre grandi capitali d'Europa e non chiacchiere prima del voto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso