Torino
17 Marzo Mar 2018 1503 17 marzo 2018

Appendino candida Torino alle Olimpiadi del 2026

Lettera ufficiale inviata al Coni. E il gruppo M5s fa sapere che «appoggia la decisione della sindaca». Ma «con l'obiettivo di procedere compatti sullo studio critico e condiviso di quanto avverrà già da domani». 

  • ...

La lettera di manifestazione di interesse è stata spedita al Coni, il Comitato olimpico nazionale italiano. L'amministrazione comunale di Chiara Appendino ha fatto così sapere di avere ufficialmente candidato Torino come sede per le Olimpiadi invernali del 2026. La lettera «è il passo necessario per poter accedere alla fase di dialogo col Cio, nella quale si potranno approfondire rischi e opportunità di un'eventuale candidatura. Nei prossimi mesi lavoreremo al fine di individuare i presupposti di fattibilità che abbiano come prerogativa la sostenibilità economica, ambientale e sociale» ha spiegato la sindaca in un post su Facebook, una scelta che «dà seguito - spiega ancora Appendino - alla volontà dei territori dell'area metropolitana, rafforzata dall'intesa con la maggioranza del Consiglio Comunale, la quale vive nel rispetto delle diverse sensibilità e valutazioni sul tema».

COMPATTI SULLO «STUDIO CRITICO». Sulla proposta i grillini torinesi si erano comprensibilmente divisi: il Movimento 5 Stelle ha rifiutato la candidatura di Roma come uno spreco di soldi e anche la città piemontese ha un debito non indifferente, che è stato il leit motive della campagna elettorale della attuale prima cittadina. Così nel giorno della candidatura ufficiale, il gruppo M5s nel consiglio comunale di Torino ha fatto sapere che «appoggia la decisione della sindaca» ma «con l'obiettivo di procedere compatti sullo studio critico e condiviso di quanto avverrà già da domani». Facciamo le Olimpiadi, ma con spirito critico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso