Vacanza 140630175533
RICERCA 30 Giugno Giu 2014 1830 30 giugno 2014

Vacanze perfette: quattro regole per la felicità

Ecco i segreti contro lo stress.

  • ...

Per la vacanza perfetta ci sono quattro regole, tra cui quella che le ferie durino almeno otto giorni.

La vacanza perfetta? Basta seguire quattro regole.
A svelare gli ingredienti delle ferie che rendono felici e mettono anche al riparo dalle malattie è stato un articolo pubblicato sulla rivista Scientific American.
I segreti sono semplici, ma efficaci. Almeno secondo i ricercatori.
SERVE PIANIFICARLA. Per la vacanza perfetta è innanzitutto necessaria una buona pianificazione. E già questo garantirebbe, stando quanto ha rivelato uno studio degli esperti della Erasmus University di Rotterdam pubblicato da Applied Research in Quality of Life, una bella fetta di soddisfazione, perché aumenta i livelli di serotonina, l'ormone del buonumore.
MASSIMO OTTO GIORNI. Poi c'è la durata: le ferie devono durare almeno otto giorni, altrimenti non si raggiunge l'effetto sperato.
Infatti, per un articolo della Radboud University e apparso sul Journal of Happiness Studies, il livello degli ormoni legati al piacere raggiunge l'apice all'ottavo giorno dopo la partenza e poi inizia a regredire.
MEGLIO IN CAMPAGNA. Quindi serve una location a contatto con la natura. Anche se molti preferiscono il mare - secondo i dati diffusi da un'indagine di Confesercenti-Swg sulle vacanze estive 2014, le mete più gettonate in Italia sono Puglia, Sicilia ed Emilia Romagna - per i ricercatori la meta ideale è la campagna.
PRODURRE SEROTONINA. In questo caso a svelare la miglior destinazione è stata una ricerca del Sage Colleges di New York, secondo cui il Mycobacterium vaccae, un batterio che funziona come un antidepressivo, si trova in genere nelle aree campestri.
FARE ATTIVITÀ FISICA. Quindi serve svolgere una moderata attività fisica. In questo caso il suggerimento è arrivato ancora dagli esperti dell'Erasmus University che hanno chiarito come la vacanza migliore sembra «non avere un pacchetto di attività ben strutturate, piuttosto una serie di 'vagabondaggi' casuali». Senza poi dimenticare «l'importanza del sonno e di un'alimentazione diversa da quella abituale».
STUDI E VIAGGIO. Fra i vari studi che hanno misurato gli effetti dei viaggi sull'organismo e la salute, una ricerca pubblicata su Psychosomatic Medicine della State University di New York ha infine dimostrato che il rischio di morte per qualsiasi causa per chi va in ferie almeno una volta l'anno si riduce del 17%.
Lo stesso studio, hanno scritto gli esperti, «ha dimostrato che per chi soffre di malattie cardiache il rischio di morire per problemi al cuore scende del 29%».
DIVERTIRSI IN CITTÀ. Per vivere più a lungo basta quindi staccare con la routine. E non serve per forza andare dall'altra parte del mondo e spendere troppi soldi. «Si possono pianificare anche cose nuove e divertenti da fare in città», è stata la tesi degli studiosi. Provare per credere.

Correlati

Potresti esserti perso