AMBIENTE 30 Luglio Lug 2014 0800 30 luglio 2014

Siberia, scoperti altri due crateri

Sarebbero il risultato di esplosioni di gas.

  • ...

Il mistero dei crateri apparsi in Siberia s'infittisce. Oltre alla voragine scoperta nel territorio della penisola di Yamal, ne sono state avvistate altre due.
Come spiegato il 29 luglio dall'Huffington Post, uno (dal diametro di 15 metri) è stato individuato per caso nel distretto di Taz, nei pressi del villaggio di Antipayuta da un gruppo di allevatori di renne che l'hanno segnalato alle autorità.
Il secondo, segnalato a Taymyr, avrebbe un diametro di circa quattro metri.
SCIENZIATI AL LAVORO. Ricercatori dell'Accademia russa delle scienze saranno trasferiti in prossimità delle nuove voragini per raccogliere dati e formulare ipotesi ancora più precise.
Per il momento la teoria più accreditata vedrebbe questi crateri come il risultato di un'esplosione di gas metano innescata dallo scioglimento del permafrost. L'ipotesi era supportata dal fatto che sul fondo del cratere era stato trovato qualcosa di molto simile a un lago ghiacciato.

Correlati

Potresti esserti perso